Calcio Sport

A palla ferma: basta un tiro, con la Pianese, per i tre punti

A palla ferma: basta un tiro, con la Pianese, per i tre punti
Written by Piero Pardini

Credits: © Ufficio Stampa – U.S. Pistoiese 1921

Nel calcio, un po’ come nella vita, contano i risultati.
La Pistoiese, tra le mura amiche, conquista tre punti preziosi con un solo vero tiro in porta: il rigore trasformato da Stijepovic.
Poco importa se la squadra non ha espresso un gioco spumeggiante, questa volta la “dea bendata” ha restituito “qualcosa” alla compagine arancione, tolto in altre occasioni, a discapito di una Pianese che, almeno sul piano del gioco e delle occasioni sprecate, avrebbe meritato qualcosa di più.
Questa è la dura legge del calcio, alla fine del campionato, il dare e l’avere non potranno far altro che equilibrarsi con uno scarto di alcuni punti, la classifica rispecchierà comunque i valori effettivi espressi delle singole squadre.
Se per l’attacco, forse per colpa della giornata piovosa, le polveri erano un po’ bagnate, non è certo mancata una prova di carattere e sacrificio da parte del resto del gruppo di Mister Pancaro, ciò fa ben sperare in vista della prossima trasferta sul campo della Juventus U23.
Il gruppo arancione sembra essere entrato in sintonia con i dettami del proprio allenatore, che ha sempre fatto della grinta e della tenacia una dei suoi punti di forza. La vittoria con la Pianese conferma il trend positivo del gruppo, seppur di tre pareggi consecutivi ma con compagini di tutto rispetto.
Continuità nei risultati è quanto chiedono i tifosi arancioni, che non hanno fatto mancare il loro sostegno, affinchè si possa puntare a posizioni di classifica sempre più importanti.
La vittoria dà morale, il gruppo sembra aver intrapreso la strada giusta per il prosieguo della stagione e non possiamo far altro che prenderne atto.

About the author

Piero Pardini

Giornalista pubblicista da maggio 2002.
Coautore del saggio "Gianni Clerici - Lo scrittore, il poeta il giornalista" edito da Le Lettere (2010) Firenze.
Dal 2015, è sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier).
Scrive di tecnologie, sport ed enogastronomia.
Dal 2016, è direttore responsabile di "The Wolf Post", di cui è l'ideatore.