Lifestyle

La cultura fa bene alla salute

La cultura fa bene alla salute
Written by Redazione

Credits: © Associazione Teatrale Pistoiese

Le Farmacie Comunali Pistoiesi Far.com negli ultimi due anni hanno raggiunto l’obiettivo di rafforzare e sostenere con 128.000 euro di utili le associazioni di volontariato sociale e sportivo del territorio pistoiese più meritevoli, contribuendo allo sviluppo di decine di progetti e di una nuova sensibilità comune.
Oggi è stato deciso, in accordo con le amministrazioni socie, di intraprendere un nuovo percorso che rafforza ancora di più il ruolo pubblico e trainante delle farmacie comunali: la cultura come strumento di welfare e benessere sociale.
Con il progetto “La cultura fa bene alla salute…” Far.com quest’anno finanzierà con ulteriori 77.000 euro l’attività dell’Associazione Teatrale Pistoiese e l’intervento di riqualificazione finale del teatrino Gatteschi ad opera degli Istituti Raggruppati.
“Il progetto è ambizioso – dichiara il Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi – e prevede la partecipazione attiva di molti importanti musei della città. Far.com attraverso lo strumento normativo dell’Art-Bonus (L. n.106/14), sostiene il mecenatismo a favore del patrimonio culturale locale, beneficiando di un credito di imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura e dello spettacolo. Ancora una volta gli utili di una azienda pubblica destinati direttamente a progetti e collaborazioni concrete a vantaggio dei cittadini.”
Con questa iniziativa la cultura supera i confini tradizionali, le Farmacie Comunali Pistoiesi, insieme all’Associazione Teatrale Pistoiese, ai musei della Fondazione CARIPT, alla Fondazione Marino Marini, ai Musei Civici di Pistoia, al Museo Diocesano, alla Fondazione S. Atto e agli Istituti Raggruppati, presentano oggi il nuovo innovativo progetto, destinato ad aprire un ampio dibattito su questo tema.
“La persona è al centro delle attenzioni di chi opera sul piano culturale – afferma il Presidente dell’Associazione Teatrale Pistoiese, Giuseppe Gherpelli – e ogni attività culturale ha lo scopo di incrementare conoscenza e produrre emozioni che contribuiscano al miglioramento delle condizioni di benessere dei singoli che ne beneficiano: ampliarne la possibilità di accesso al maggior numero possibile di cittadini è un dovere.”
Ambra Tuci, Fondazione Marino Marini: “È importante lavorare insieme, fare sistema al fianco delle realtà sociali che si muovono dinamicamente a favore della crescita culturale della città. L’obiettivo della collaborazione attivata con FAR.COM è implementare il ruolo dello spazio museale, inteso non solo come contenitore bensì in quanto portatore di espressioni e forme di benessere, progetti culturali e sperimentali con i quali porre nuove sfide alle istituzioni museali e culturali. Dobbiamo metterci in gioco per creare sempre nuove occasioni di arricchimento e modelli di welfare capaci di costruire e rafforzare il dialogo con la comunità e creare nuovi linguaggi per raggiungere tutti i tipi di pubblico.”

Grazie alla sinergia tra le Farmacie Comunali e le Istituzioni culturali della città, oggi nasce una iniziativa che promuove il benessere partendo dalla fruizione artistica e culturale, attività che produce salute e migliora la qualità della vita.
Le attività culturali fanno bene ad ogni età e non hanno controindicazioni: dai benefici per lo sviluppo cognitivo nei bambini, alla prevenzione dall’abuso di alcol e droga negli adolescenti, dalla riduzione dello stress per gli adulti fino alla prevenzione per le demenze negli over 50.
Le esperienze di arte-terapia svolte in tantissimi ospedali dimostrano come la cultura può essere un potente strumento per malattie neurodegenerative come l’Alzheimer, patologie mentali come la depressione, psicosi e schizofrenia, disturbi dell’apprendimento e della sfera affettiva.

Il segreto sta proprio nel praticare attività culturali non una tantum ma in modo regolare, come per lo sport.
L’attuazione del progetto è garantita da convenzioni dedicate che i musei e l’ATP hanno stipulato con le Farmacie Comunali Far.com. Queste prevedono la pubblicità continuativa delle iniziative culturali nei locali, sul web e sui social, delle Farmacie Comunali Pistoiesi che hanno sede nei comuni di Pistoia, Agliana, Quarrata e Larciano. Le convenzioni e le conseguenti scontistiche, sono state agganciate alle fidelity card delle farmacie comunali.
L’Amministratore Unico delle farmacie Comunali Far.com, Alessio Poli, illustra nel dettaglio come si svilupperà il progetto: “Chiunque potrà ritirare la card che è fornita gratuitamente dalle Farmacie Comunali Far.com consentendo al possessore di usufruire di uno sconto del 15% sugli spettacoli, corsi, mostre o concerti organizzati dagli aderenti al progetto, oltre ad avere una informazione personalizzata, tramite sms e mail, sull’offerta culturale della città. I cittadini, possessori della card, potranno usufruire degli sconti nei musei o negli spettacoli teatrali organizzati dall’ATP, a partire da oggi 12 dicembre. La fidelity card è inoltre essa stessa uno strumento di prevenzione, visto che i possessori saranno puntualmente avvisati sugli screening e sulle campagne dedicate ai corretti stili di vita, organizzate mensilmente dalle Farmacie Comunali. Un’altra caratteristica di questo progetto è quello di essere aperto a nuove adesioni di istituti culturali che ci auguriamo ne potenzieranno, in futuro, gli obiettivi e le finalità.”
La parte del progetto che interessa i Musei Civici sarà attivata nei primi mesi del 2020.
Una nuova sfida lanciata dalle Farmacie Comunali Pistoiesi Far.com: la formulazione e la somministrazione del “farmaco cultura”.

About the author

Redazione

La Redazione di The Wolf Post