Opinion

Gesti intramontabili

Written by The Wolf's eye
Roger Federer - All rights reserved - © Australian Open

Roger Federer – All rights reserved – © Australian Open

Roger Federer, conferma, se ve ne fosse ancora bisogno, di essere entrato nella storia del tennis. A 35 anni, lo svizzero trionfa per la diciottesima volta in uno Slam. In pochi avrebbero scommesso su una sua vittoria in un torneo al meglio dei cinque set, in un età in cui, da tempo, altri tennisti hanno appeso la racchetta al chiodo. Ma Roger è lì. Ancora una volta, sempre sul pezzo. Pronto a crederci, come ogni partita, a dare tutto per quello sport che a lui ha regalato tante gioie. Non gioca più (solo) per vincere Roger (e, forse, non lo ha mai fatto) ma perché davvero per lui il tennis è, prima di ogni cosa, amore allo stato puro. Ed è per questo che un grande campione come lui è un esempio per le nuove generazioni, non solo di tennisti.
La sua vittoria all’Australian Open vale doppio non solo perché inaspettata ma perché ottenuta contro l’altro grande campione di questo sport.
Rafael Nadal, anch’egli non più tennisticamente di primo pelo, ha lottato fino all’ultima palla, come sempre.
Entrambi hanno scritto (e c’è da crederci continueranno a farlo ancora) la storia del tennis.
Entrambi ci hanno insegnato come ci si comporta dentro e fuori dal campo.
Grazie, Roger e Rafa per l’emozionante spettacolo che avete regalato nel primo Grande Slam della stagione.

About the author

The Wolf's eye

Editoriale del direttore