Books Letti per Voi

“Mercoledì delle ceneri”: le continue incongruenze dell’amore

“Mercoledì delle ceneri”: le continue incongruenze dell’amore
Written by Simone Baldi

Credits: © Minimum Fax

Quali sono i fili nascosti che uniscono due persone? Su cosa si basano le nostre relazioni sentimentali e cosa facciamo noi per meritarcele, tenercele strette o allontanarle? L’unione di singolarità apparentemente inconciliabili, a volte dà vita a un connubio perfetto, altre a continue schermaglie. Ma chi può dire cosa sia giusto e cosa no? D’altronde, non esiste una formula uguale per tutti, come dimostrato da “Mercoledì delle ceneri” (Ethan Hawke, Minimum Fax, 2003, 268 pp, 13,50€).

James Heartsock, per tutti Jimmy, è un militare trentenne dall’indole adolescenziale: ama uscire con i suoi amici, sfigati che considera immaturi, bere un sacco, farsi di droga e vivere la propria vita senza tanti problemi. Christy Ann Walker ha qualche anno meno di lui, è un’infermiera dedita al suo lavoro e con la testa sulle spalle, anche se, nell’intimo del proprio privato, pure lei ha atteggiamenti poco ortodossi: dal far baldoria a repentini cambi d’umore. Insieme, sono come dinamite, e provare a portare equilibrio nelle loro vite, facendole confluire in un’unica, stabile relazione, sembra un’equazione al di là delle loro capacità. Ecco perché Jimmy, in un impeto di rifiuto dei suoi obblighi da fidanzato, decide di rompere con Christy, che, addolorata e col cuore infranto, decide di ripartire da New York, dove vivono, per tornare in Texas, in autobus. Con lei, oltre al fardello del proprio insuccesso, viaggia anche un altro passeggero: un figlio, che è stato concepito quattro mesi prima. Inaspettatamente, Jimmy rinsavisce, ritornando sulla sua decisione, e cerca di far cambiare idea alla sua ormai ex-fidanzata che, adesso, (anche giustamente) non vuol più saperne di lui. Non è una questione di sentimenti, perché l’amore c’è sempre, è un problema di fiducia. Per far sì che lei si fidi di lui, Jimmy le chiede di sposarlo e si offre di accompagnarla personalmente in Texas, dai parenti della ragazza. Mentre percorrono le solitarie strade del Sud, i due ripercorrono le tappe della loro relazione, i momenti che hanno contraddistinto e segnato le loro singole vite e che poi, insieme, hanno provato a far coesistere. Non è un percorso facile, anche per l’andamento altalenante dei loro pensieri, che passano, in brevissimo tempo, dall’ottimismo più scintillante al pessimismo più nero. I dubbi di ciascuno vengono vagliati e sostenuti dall’altro, nel tentativo di farsi forza a vicenda e trovare, finalmente, quell’equilibrio a lungo inseguito e desiderato. Ma, dopo il loro matrimonio lampo, a cui hanno assistito ciò che è rimasto delle loro famiglie (la madre di Christy l’ha abbandonata, quando ancora era una bambina, e il padre di Jimmy si è suicidato qualche anno addietro), mentre trascorrono una fugace luna di miele a New Orleans, qualcosa scombussolerà una volta di più la loro fragile coesione. Temere per la vita di un figlio che ancora non è nato farà esacerbare le loro differenze, spingendoli lontani l’uno dall’altra, persi ognuno nel proprio dolore e nella propria rabbia. Dire ciò che non si vorrebbe e prendere decisioni non ragionate, li spingerà verso quel baratro da cui avevano così faticosamente tentato di tenersi alla larga. Finiranno per essere risucchiati nella spirale delle loro paure, vittime delle reciproche accuse, in un continuo capovolgimento di ruoli che li getterà, dopo la collisione, lontano?

Secondo romanzo dell’attore Ethan Hawke (il primo, “The hottest state” del 1996, è stato tradotto nel 2010, sempre da Minimum Fax, come “L’amore giovane”), “Mercoledì delle ceneri” è una storia d’amore on the road incentrata sulle contraddizioni e i nostri sforzi per superarle. Il ritmo scorrevole e piacevole della narrazione ha qualcosa di cinematografico, proveniente sicuramente dal background dell’autore, in cui, alle azioni dei singoli personaggi, vengono inframezzati i loro pensieri, a volte totalmente opposti alla situazione che stanno vivendo, altre volte naturale conseguenza degli accadimenti. È nel coacervo delle loro differenze che appaiono più lampanti le loro aspettative: se Jimmy pensa di non essere all’altezza del suo ruolo di marito né, un secondo dopo essersi sposato, di volerlo essere, Christy, dal canto suo, prima si abbandona al suo novello sposo, salvo poi rinfacciarglielo e sentendo dentro di sé la pulsione di mollare tutto e tornare single. Una volta di più, provare a tenere insieme ciò che sembra essere nato per essere contraddittorio sarà un atto di fede, volontà e, in ultimo, fortuna. Perché, se siamo disposti a metterci in gioco e a fare di tutto per meritarci ciò che desideriamo, è altrettanto vero che dobbiamo essere coscienti che alcune scelte e azioni, sono totalmente al di là del nostro controllo. Scegliere se fidarci o meno sarà solo una nostra decisione, a prescindere da quanto l’altra persona provi a mostrarsi responsabile o, al contrario, irragionevole. Nel bene o nel male, finché morte (sentimentale) non ci separi.

About the author

Simone Baldi

Simone Baldi, nasce a Pistoia nel 1982, appassionato di sport, musica e fotografia. Lettore per passione e libraio per deformazione professionale. Preferisce la letteratura contemporanea: per avere un’idea su dove sta andando il mondo. C'è una citazione di Jules Renard nella quale si sente particolarmente a suo agio: “Ogni volta che penso ai libri che mi rimangono da leggere, ho la certezza di essere ancora felice”.