Voci (Di)Vino

Delitti di vino

Written by Veronica Lavenia

Il giallo si tinge di rosso. Rosso vino.

Il vino nelle sue varie declinazioni, è la chiave della fortunata antologia di racconti gialli, “Delitti di vino” per i tipi Todaro Editore.

Quattordici racconti, quattordici stili narrativi differenti, accomunati dall’avere il “nettare degli Dei” come fonte d’ispirazione e/o movente di storie in cui brindisi o semplici degustazioni risultano essere fatali.

Il vino, da sempre considerato anche un mezzo per veicolare cultura, in questi racconti è ora strumento di misteriosi decessi, omicidi, rapine e spunto per far emergere miserie e debolezze umane.

Da Tera an Pianta di Fabrizio Canciani è uno dei racconti più interessanti dove, con un abile intreccio narrativo, il narratore tiene in sospeso il lettore con un finale avvincente. Il titolare di una cantina soffre per essere stato lasciato dalla moglie mentre, la figlia, Maddalena mette una pietra sopra la scomparsa della madre (caso archiviato dalla polizia) non senza prima avere raccontato quanto accaduto a un amico, investigatore privato. L’amico, in visita alla cantina chiacchiera con il padre, cercando di congiungere i pezzi di un puzzle andato in pezzi con la scomparsa di Melissa, la donna a cui il marito dedica anche il nome del vino. Tra degustazioni e dialoghi di livello, l’epilogo della storia è del tutto inatteso.

La spiccata creatività femminile diventa notevole nel racconto magistrale di Luisa Gasbarri “Piccole inconfessabili vergogne. Un piromane ossessionato dalle aziende vinicole, la direttrice di un’Associazione di alcolisti anonimi e una detective in cerca del colpevole sono i tre protagonisti di una storia dove il narratore non lascia nulla al caso. Un finale “di fuoco” conferma l’abilità dell’autrice nel saper dosare suspense e introspezione psicologica.

Nella brillante storia di Massimo Marcotullio, dal titolo Sei bottiglie, una banda di ladri tenta il “colpo grosso”, rapinando un furgone blindato che, gli era stato assicurato, contenere merce di gran valore. Invece, i rapinatori si trovano “solamente” con sei bottiglie di vino in mano. Non conoscere ciò che si intende rubare, il suo valore e la sua storia è il primo passo per rimanere nel limbo dei mediocri o, peggio, dei dilettanti. Forse, è quello che capita ai protagonisti del racconto. O, forse, no.

Egidio è il tipico uomo capace di mascherare le apparenze nel migliore dei modi pur di cercare moglie e “sistermarsi”, salvo poi rivelarsi un bluff.  Quando la moglie ne prende atto Egidio è già suo marito e ha preso possesso della casa di lei, nella quale trascorre le giornate senza un lavoro e attitudini particolari. Fino a quando, calice dopo calice,  il vino rosso farà la differenza. Ancora la mano di una scrittrice, Luciana Serpi, a regalare all’antologia di racconti una storia (Vino Rosso) di livello nella costruzione narrativa, nell’intreccio e nell’epilogo clamoroso.

“Delitti di vino” è una raccolta di racconti la cui diversa tipologia di storie, le ambientazioni, come la poliedricità di personaggi rende il testo godibile anche per chi non ama il genere giallo/enologico.  Il paratesto, dal titolo alla quarta di copertina, regala una marcia in più a un libro, curato nei particolari, proprio come le storie che lo compongono.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Italian based writer and magazine contributor.
Author of six books, some of her works have appeared in the most popular International Food magazines.
Food Connoisseur.
EVOO Communicator.
Founder of #evoostories and #storiedievo at @veronicalavenia_
Founder of the EVOO Column at "The Wolf Post".
Columnist and translator at "The Wolf Post".

She has always lived in the countryside. She has learned to "get her hands dirty", working and reaping the benefits of the fields, since she was a child. She participated in grape harvests, olive picking and assisted in the subsequent stages of production.
Food & Wine tourism were the family holidays that educated her on the subject.

"Writing about Food & Wine, without having cultivated at least a small vegetable garden in life, is possible but not very credible."