Recensioni & Punteggi

Rosato 2016 – BioViola

Written by Piero Pardini

Credits: Rosato – All rights reserved – © Bio Viola

Enrico Adragna e la sua famiglia coltivano la terra da generazioni. Enrico e il fratello Davide sono i giovani eredi una bella realtà siciliana che punta tutto sul biologico. Una scommessa vinta, visti i riscontri positivi ottenuti e non solo in ambito nazionale.
Le proprietà dell’azienda, coltivate esclusivamente con il metodo biologico, si estendono nell’agro elimo-alcamese, dal Tempio di Segesta ai territori delle battaglie di Garibaldi, dai molteplici bagli e castelli alla principale piazza dedicata a Cielo d’Alcamo, tra i primi fautori della lingua italiana.
Su queste colline baciate dal sole sorgono vigneti, oliveti, orti e distese di vari seminativi di origine autoctona. La vicinanza al mare, l’altimetria dei terreni e l’esposizione al sole, favoriscono ed aiutano la natura a dar vita ai frutti della Sicilia, nel pieno rispetto dei cicli di produzione stagionali.
Il biologico non solo come modus operandi ma, soprattutto, una filosofia di vita. Un senso di appartenenza vicendevole tra l’uomo e la terra, che si perde nella notte dei tempi.

Vino: Rosato (vino biologico)
Vitigno: Nero d’Avola 100%
Classificazione: I.G.P. Terre Siciliane
Tipo di raccolta: manuale
Titolo alcolometrico: 13% vol.
Annata: 2016
Altimetria del vigneto: 370 mt. s.l.m.
Vinificazione: Le uve sono raccolte a mano, diraspate e lasciate macerare in pressa a 5°C per 4-6 ore per poi essere sottoposte a una spremitura soffice. La fermentazione, ad una temperatura di 16°C, avviene in serbatoi di acciaio, così come l’affinamento prima di essere imbottigliato.

Esame visivo
Limpidezza: cristallino
Colore: rosa cerasuolo
Consistenza: abbastanza consistente
Osservazioni: rosa cerasuolo intenso e vivace

Esame olfattivo
Intensità: intenso
Complessità: complesso
Qualità: fine
Descrizione: fruttato, floreale, minerale, speziato
Osservazioni: ampia l’intensità olfattiva con aromi di frutta come ciliegia sotto spirito e lampone, note di rosa, sentori di salmastro e profumo di vaniglia.

Esame gusto – olfattivo
Morbidezza
Zuccheri: secco
Alcoli: caldo
Polialcoli: abbastanza morbido
Durezza
Acidi: abbastanza fresco
Tannini: –
Sostanze minerali: sapido
Struttura o corpo: di corpo
Equilibrio: abbastanza equilibrato
Intensità: abbastanza intenso
Persistenza: abbastanza persistente
Qualità: abbastanza fine
Osservazioni: al gusto risulta piacevole, con una spiccata sapidità e una discreta persistenza.

Considerazioni finali
Stato evolutivo: maturo
Armonia: abbastanza armonico
Abbinamenti: ventresca di tonno alla piastra su misticanza croccante, caciucco alla livornese, pizza vegetariana.

About the author

Piero Pardini

Founder and editor-in-chief of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the essay "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com