Calcio Sport

A palla ferma: il lavoro paga, ora aspettiamo fiduciosi il 2019

Written by Piero Pardini

Credits: © Gentile concessione di ReportSport – Ph. Carlo Quartieri

La Pistoiese conquista, contro la Pro Patria, tre preziosi punti, che le permettono di allontanarsi dai bassi fondi della classifica e guardare con positività al nuovo anno.
Mister Asta era sicuro, la squadra arancione non meritava quella la posizione in classifica e la partita precendente, quella in casa dell’Arezzo, aveva evidenziato che le differenze tra le due compagini non erano certo rappresentate dalle diverse posizioni in classifica.
Oggi, la squadra del presidente Ferrari non ha fatto niente di speciale, ha sviluppato il classico gioco che la caratterizza, ma, e questo è l’aspetto fondamentale, per la seconda volta raccolta (la prima con l’Arzachena) ha raccolto quanto espresso in campo: insomma ha vinto il migliore.
La Pro Patria non è sembrata una squadra irresistibile, sicuramente discreta, ma mai in grado di sviluppare un gioco tale da impensierire il gruppo arancione.
Tutto l’ambiente arancione non può far altro che essere contento di quanto fatto, certo, il percorso è lungo ma i segnali sono positivi.
Fanucchi, autore delle prime due reti, ha saputo sia offendere che mettersi a disposizione del gruppo nel momento del bisogno; Hamza El Kaouakibi sta crescendo di partita in partita, dimostrando autorità sulla fascia sia in fase di costruzione che di interdizione, vorrei spendere, inoltre, due parole di plauso anche sul “piccolo” Antonio Tartaglione un giocatore che, ogni volta che è chiamato sul campo, fa sentire la sua presenza con impegno e dedizione, un vero lottatore.
Adesso arriva la sosta e, parallelamente, si apre il mercato di riparazione.
C’è da credere che Mister Asta chiederà qualche rinforzo al Presidente, alcuni infortuni hanno penalizzato molto il gruppo e c’è la necessità di fornire qualche “freccia in più” nella faretra dell’allenatore.
I tifosi posso guardare con grande fiducia al nuovo anno, l’augurio è che il “Marcello Melani” diventi di nuovo il punto di forza della squadra arancione e non il luogo di conquista degli avversari, per quello che abbiamo visto oggi c’è da credere che, il 2019, possa essere un anno positivo per i colori arancioni.

About the author

Piero Pardini

Giornalista pubblicista da maggio 2002.
Coautore del saggio "Gianni Clerici - Lo scrittore, il poeta il giornalista" edito da Le Lettere (2010) Firenze.
Dal 2015, è sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier).
Scrive di tecnologie, sport ed enogastronomia.
Dal 2016, è direttore responsabile di "The Wolf Post", di cui è l'ideatore.