Lifestyle

Al Teatro Comunale di Lamporecchio in scena “Mi amavi ancora”

© Associazione Teatrale Pistoiese
Written by Redazione

Credits: © Associazione Teatrale Pistoiese

Ad una coppia di sicuro fascino, Ettore Bassi e Simona Cavallari, è affidato il secondo appuntamento della stagione 2019 del Teatro Comunale di Lamporecchio, domenica 10 febbraio (ore 21), con MI AMAVI ANCORA, commedia firmata dalla penna di Florian Zeller, pluripremiato commediografo francese non ancora quarantenne, di cui, solo in Italia, al momento sono in tournée ben cinque spettacoli. Nello spettacolo, diretto da Stefano Artissunch e prodotto da Synergie Arte Teatro/a.ArtistiAssociati, anche Giancarlo Ratti e Malvina Ruggiano.
Realtà, immaginazione, paura e fantasia si mescolano nell’avvincente commedia firmata da Zeller (testo premiato dall’Accademia Francese per la Nuova Drammaturgia) che vede, al centro, la vicenda dello scrittore e drammaturgo Pierre, morto in un incidente d’auto. Nel tentativo di mettere ordine ai documenti, Anne, la sua vedova, scopre gli appunti presi per la stesura di una futura commedia, che trattava di un uomo sposato, scrittore, appassionato ed innamorato di una giovane attrice. Fiction o autobiografia? Il dubbio si agita ed inizia un’indagine febbrile. Anne si persuade che il testo narri l’infedeltà di Pierre e va alla ricerca della donna, sua antagonista, senza riuscire a rivelare la verità o l’illusione della stessa: è il dolore che la fuorvia? Oppure finalmente ha aperto gli occhi? Per rispondere a questa domanda si appella ai suoi ricordi ed anche a Daniel, migliore amico di Pierre, un personaggio brillante e forse segretamente innamorato di lei. Anne persevera nella sua ricerca e decide di contattare l’attrice Laura Dame che è menzionata nelle note della commedia del marito. Scruta il passato, domanda a chi la circonda, cammina in un pericoloso labirinto. Quanto deve essere cercata la verità?
“Non mi capita spesso di leggere un testo teatrale ed arrivare a commuovermi – commenta il regista – non voglio tradire la sua introspezione immaginandola solo come materia emotiva, ma credo proprio che la fortuna di questo giovane autore vincitore di numerosi premi in Francia ed in tutti i palcoscenici del mondo, sia una raffinata ed eccellente scrittura ricca di colpi di scena e densa di umorismo, dove il passato ed il presente giocano a nascondino come la verità e la menzogna. Zeller ci pone di fronte a poche certezze e ci solleva sempre molti dubbi…”
La stagione teatrale proseguirà domenica 31 marzo, con Otto donne e un mistero: in scena un quartetto di famose attrici, alcune già passate da Lamporecchio – Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino e Paola Gassman – nella commedia di Robert Thomas da cui, nel 2002, François Ozon trasse il film che ebbe un ottimo successo di critica con un cast stellare, tra cui Catherine Deneuve, Fanny Ardant, Isabelle Huppert, Emmanuele Béart.

About the author

Redazione

La Redazione di The Wolf Post