Lifestyle

Vandana Shiva riceve il Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo 2019

Vandana Shiva riceve il Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo 2019
Written by Redazione

Credits: Vandana Shiva © Dialoghi sull’Uomo 2019

Questa sera, sabato 25 maggio, alle ore 21.15 in piazza del Duomo a Pistoia, la fisica ed economista indiana Vandana Shiva, tra i massimi esperti al mondo di ecologia sociale e tra le voci più autorevoli nella difesa dell’ambiente, riceve il Premio Internazionale Dialoghi sull’uomo, istituito nell’ambito del festival di antropologia del contemporaneo Pistoia – Dialoghi sull’uomo e promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
Il riconoscimento – quest’anno alla sua terza edizione – è conferito a una figura del mondo culturale che con il proprio pensiero e lavoro abbia testimoniato la centralità del dialogo per lo sviluppo delle relazioni umane e contribuito a migliorare il dialogo e lo scambio interculturale.
Il premio è stato vinto da David Grossman nel 2017, e dal premio Nobel Wole Soyinka nel 2018.

La giuria formata da Luca Iozzelli, Giulia Cogoli, Marco Aime e Adriano Favole ha così motivato il riconoscimento all’attivista: «Vandana Shiva, a partire dal suo paese natale, l’India, ha contribuito con coraggio, determinazione ed efficacia a difendere la ricchezza della biodiversità, a mostrare l’interconnessione e l’interdipendenza tra gli esseri viventi, a valorizzarne la diversità culturale e il dialogo oltre ogni frontiera, a sostenere ovunque nel mondo i movimenti che si battono per una migliore convivenza tra gli esseri umani e tra questi e il pianeta Terra, a valorizzare le donne quali protagoniste della vita politica, dell’economia e dell’ecologia, e a lottare contro l’uso smodato e irrazionale delle risorse e contro il caos climatico. Questo riconoscimento intende premiare il fatto che con i suoi scritti, i suoi discorsi e le sue battaglie legali e il suo agire in prima persona Vandana Shiva ha mostrato che queste azioni di responsabilità verso gli altri – umani e non umani – che abitano con noi il pianeta, possono essere svolte da tutti e da tutte, nelle concrete pratiche quotidiane. Grazie per averci indotto a riprendere in mano il futuro della Terra!».

Il premio, di 5000 euro, sarà consegnato da Luca Iozzelli, presidente della Fondazione CARIPT, insieme a una fotografia (numerata e con tiratura limitata) del grande fotografo pistoiese Aurelio Amendola “Cattedrale di San Zeno, Pistoia, 2002”.

Dopo la cerimonia di premiazione, Vandana Shiva terrà una conferenza dal titolo Impariamo a condividere il nostro pianeta: è di tutti!

Vandana Shiva, fisica ed economista indiana, è tra i massimi esperti internazionali di ecologia sociale. Dirige la Research Foundation for Science, Technology, and Natural Resource Policy di Dehradun, in India. Attivista politica e ambientalista, ha condotto battaglie contro OGM, colture intensive, desertificazione, ingegneria genetica e biopirateria e per la difesa della proprietà intellettuale.
Nel 1993 ha ricevuto il Right Livelihood Award, o premio Nobel alternativo per la pace, è tra i leader dell’International Forum on Globalization ed è stata vicepresidente di Slow Food International.
Ermanno Olmi le ha dedicato il documentario Terra madre (2009).
Per Feltrinelli ha pubblicato: Il mondo sotto brevetto (2002); Le guerre dell’acqua (2003); Il bene comune
della Terra (2006); Fare pace con la Terra (2012); Chi nutrirà il mondo? (2015).
Per Feltrinelli esce a breve Il pianeta di tutti. Come il capitalismo ha colonizzato la Terra (con K. Shiva, 2019).

About the author

Redazione

La Redazione di The Wolf Post