Food&Wine

La Cité du Vin apre le porte

Written by Piero Pardini
All rights reserved - Photographer: ©XTU-Casson Mann-ANAKA-La Cité du Vin

All rights reserved – Photographer: ©XTU-Casson Mann-ANAKA-La Cité du Vin

Sarà il presidente francese François Hollande a inaugurare, il prossimo 31 maggio, «La Cité du Vin».

Non è un caso che, proprio nella città di Bordeaux, si sia costruita la prima città museo dedicata al vino. Dal primo giugno anche il grande pubblico potrà visitare questo spazio avveniristico: un edificio alto 55 metri con una superficie di 13 350 metri quadrati su 10 piani. Il museo diventerà l’emblema e luogo di riferimento dell’enoturismo mondiale.  La selezione dei vini, 70 dei quali italiani, è stata curata da Andreas Larsson, sommelier campione del mondo nel 2007 affiancato da un Comitato di Degustazione presieduto da Michel Rolland. La Cité du Vin, affacciata sul fiume Garonna, ha un design audace ispirato alle forme sinuose di un grande decanter. L’organizzazione stima, per il primo anno, la presenza di oltre 400.000 visitatori, numeri destinati a crescere grazie al sempre maggior numero di wine lover.

About the author

Piero Pardini

Giornalista pubblicista da maggio 2002.
Coautore del saggio "Gianni Clerici - Lo scrittore, il poeta il giornalista" edito da Le Lettere (2010) Firenze.
Dal 2015, è sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier).
Scrive di tecnologie, sport ed enogastronomia.
Dal 2016, è direttore responsabile di "The Wolf Post", di cui è l'ideatore.