Storie (Di)Vino

Strada del vino di Yecla

Written by Veronica Lavenia

Tra le eccellenze vinicole spagnole Yecla è un’opportunità tutta da scoprire. Situata a nord-ovest della Regione di Murcia è nota per una interessante produzione di vino e per la DO (Denominazione di orgine),  riconosciuta nel 1975.

La Strada del vino di Yecla ha delle caratteristiche che la rendono davvero unica tra le strade del vino. Anch’essa, inoltre, propone una serie di attività/eventi che consentono al turista di partecipare a esperienze culturali e de gustative di qualità.

Scopriamo di più dalle parole di Rubén Soriano Yago, Coordinatore della Strada del Vino di Yecla.

©Ruta del vino de Yecla-Medina

Da quando l’Associazione è nata ad oggi, quali obiettivi ha raggiunto e quali ancora quelli da raggiungere?
Il progetto Yecla Wine Route nasce nel 2010. La moltitudine di premi e menzioni ai vini della nostra zona è stata lo stimolo per creare, non solo un vino di qualità, ma qualcos’altro: un mondo di sensazioni ed esperienze intorno ad esso. Nasce, così, un progetto come la Strada del Vino di Yecla. Un vero viaggio di conoscenza, bellezza, sapori ed esperienza. Dall’associazione lavoriamo continuamente per fornire l’agenda delle attività enogastronomiche, delle visite culturali, delle attività artistiche. Azioni che, poco a poco, hanno preso piede nell’agenda delle attività di Yecla, posizionando la nostra meta sulla mappa di ogni appassionato del mondo del venuto.
Questo è un segno che siamo sulla strada giusta. Per questo motivo, il nostro obiettivo continua a essere quello di offrire ai turisti una vasta gamma di attività che li invitino a scoprire il nostro territorio attraverso l’enoturismo.

Attraverso quali servizi/attività viene promossa la diffusione della Strada del Vino di Yecla?
La Strada del Vino di Yecla è un modo per scoprire il nostro territorio, avendo il vino come filo conduttore dell’esperienza. Per questo motivo, sul nostro percorso possiamo trovare di tutto: la Natura, con varie alternative per escursioni a piedi, in bicicletta o in speleologia, in luoghi come la Sierra Salinas o il Monte Arabi, le principali aree naturali della regione. La gastronomia, una tentazione a cui è impossibile resistere: gachasmigas, gazpachos, torte fritt. Troviamo anche le Feste, con le feste del raccolto a settembre e San Isidro a maggio, feste che recuperano la tradizione agricola della zona o le feste di La Virgen, feste patronali dichiarate di Interesse Turistico Nazionale. E come potrebbe essere altrimenti, Enoturismo, visite a cantine e vigneti, degustazioni commentate, concerti in cantine. Una serie di risorse che  invitano a conoscere questo territorio in modo calmo e piacevole.

©Ruta del vino de Yecla

Quali sono le peculiarità del territorio e dei suoi vini?
Yecla è una zona di transizione tra l’altopiano e il Mediterraneo, la caratteristica più importante di questa zona è la notevole altitudine da cui spiccano numerose catene montuose. I vigneti si trovano ad altitudini che oscillano tra i 535 e gli 800 metri sul livello del mare. Spiccano i terreni di tipo calcareo e la temperatura oscilla tra i 20ºC, che permette un’ottima maturazione delle uve. In relazione ai vini, parlare di vini qui è senza dubbio parlare della varietà Monastrell. Vini dal colore intenso, molto espressivi e fruttati al naso, con tannini vivaci al palato e di grande struttura. Principalmente, sono vini di notevole graduazione, poiché Monastrell sviluppa il suo pieno potenziale varietale solo a partire dai 13 gradi.

Può descrivere brevemente il percorso e i territori di interesse culturale ed enoturistico che attraversa?
Ebbene, il caso della nostra Strada del Vino è molto particolare, perché a differenza del resto delle strade, siamo formati da un solo comune, Yecla. Per chi non ci conosce, Yecla si trova nel nord della Regione di Murcia, tra le province di Alicante e Albacete. La città è vicina a 35.000 abitanti e ha una gastronomia genuina, costumi e persino una lingua. Yecla affonda le sue radici nella viticoltura e nella vinificazione, che ha segnato il suo paesaggio, la sua cultura e la personalità della sua gente.

©Ruta del vino de Yecla

Perché scegliere la Strada del Vino di Yecla?
La Strada del Vino di Yecla è una destinazione che concentra un insieme di risorse turistiche in grado di soddisfare le aspettative di qualsiasi viaggiatore. Abbiamo l’unicità di avere una Denominazione di Origine formata solo con le terre del comune di Yecla, che rende tutto più vicino e accessibile. Un comune che custodisce diversi siti archeologici, il Monte Arabí, dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1988 dall’UNESCO e che ospita numerosi siti preistorici e pitture rupestri. Un Museo Archeologico, dove si trova un busto dell’imperatore Adriano risalente al II secolo, e la Basilica de la Purísima, uno degli edifici architettonici più importanti del XVII e XIX secolo, in cui vale la pena evidenziare la sua grande cupola di piastrelle bianche e blu. Tutto questo, senza dimenticare il Santuario del Castello, luogo da cui si possono ammirare alcuni dei panorami più belli del nostro comune.
La Strada del Vino di Yecla comprende dalle cantine tradizionali, e persino il sito archeologico di un’azienda vinicola romana, alle cantine moderne all’avanguardia nell’innovazione e nello sviluppo, offrendo un viaggio attraverso la cultura del vino dai tempi antichi ai giorni nostri.
A completare tutta questa offerta anche negozi specializzati, agriturismi, hotel e ristoranti dove il cliente riceverà un servizio impeccabile per coccolare e prendersi cura del visitatore.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Italian based writer and magazine contributor.
Author of six books, some of her works have appeared in the most popular International Food magazines.
Food Connoisseur.
EVOO Communicator. Founder of the EVOO Column at "The Wolf Post".
Writer| Translator| Communication Manager at "The Wolf Post", since the birth of the magazine.

She has always lived in the countryside. She has learned to "get her hands dirty", working and reaping the benefits of the fields, since she was a child. She participated in grape harvests, olive picking and assisted in the subsequent stages of production.
Food & Wine tourism were the family holidays that educated her on the subject.

This site is protected by wp-copyrightpro.com