Storie (Di)Vino

Tasmania regione del vino

Written by Veronica Lavenia

Il primo vigneto piantato in Tasmania risale al 1823. Il primo vino spumante in Australia è stato prodotto in Tasmania nel 1826. Uno dei primi esperimenti con la vite in Tasmania ha portato a un vino orgogliosamente esposto a una mostra a Parigi nel 1848.

Da ciò, si deduce quanto la Tasmania abbia avuto sempre un ruolo da protagonista all’interno del panorama vitivinicolo Australiano.

©Meadowbank

Negli anni ’50, dopo una pausa nella produzione di vino, alcuni migranti dall’Europa riconobbero in Tasmania le somiglianze dei suoli e del clima con le grandi regioni vinicole delle loro terre d’origine e iniziarono a investire nel rilancio del settore. vino. Grazie alla loro intraprendenza, la Tasmania ha acquisito negli anni una reputazione internazionale nella produzione di vino.

Scopriamo di più dalle parole di Sheralee Davies, Chief Executive Officer di Wine Tasmania.

©Bream Creek Vineyard, credit Wine Tasmania & Ilona Schneider

Quali sono le peculiarità del territorio e dei suoi vini?

La Tasmania è una piccola isola in fondo al mondo: ha un clima fresco e marittimo, che produce vini spumanti di qualità eccezionale, pinot nero, chardonnay, riesling e altro ancora. L’isola ha all’incirca le dimensioni dello Sri Lanka o di Hokkaido, ma con solo 500.000 persone. A sud c’è l’Antartide ea ovest c’è l’Argentina. È una piccola isola con un’enorme quantità di diversità attraverso i suoi 286 km di lunghezza e 315 km di larghezza. I vigneti sono, generalmente, piuttosto piccoli e piantati in sette distinte aree vinicole.

©Delamere Adam Gibson

La produzione di vino della Tasmania è di circa 1 milione di dozzine di bottiglie all’anno, meno dell’1% del vino totale australiano in volume ma più del 4% del suo valore totale del vino. A causa della sua posizione e del clima, ogni stagione è diversa e non ci sono due annate uguali. Il fresco clima marittimo fa sì che le nostre uve da vino maturano lentamente e costantemente, producendo grande eleganza e intensità di sapore con una struttura appetitosa che significa che questi vini si adattano bene al cibo e all’invecchiamento. È forse più rischioso e costoso coltivare l’uva che in qualsiasi altra parte del paese, ma ne vale la pena per l’eccezionale qualità del vino che quest’isola e i suoi talentuosi produttori di vino possono produrre.

© Corner, credit Wine Tasmania & Ilona Schneider

Attraverso quali servizi/attività promuovete la regione vinicola?

Wine Tasmania è l’organismo di punta, supportato dall’adesione volontaria dei produttori di vino. Il suo ruolo principale è promuovere e far crescere la consapevolezza del vino della Tasmania, aumentando la sua reputazione, il valore del vino e la visita alle porte della sua cantina. Produciamo informazioni sull’enoturismo, ospitiamo importanti acquirenti di vino e visite dei media, interagiamo con il pubblico amante del vino della Tasmania attraverso eventi e promozioni come la Carta dei vini della Tasmania dell’anno e campagne mirate sui social media. Promuoviamo anche altri prodotti della Tasmania come cibo e bevande.

©Freycinet Vineyard, credit Wine Tasmania & Ilona Schneider

Può descrivere brevemente le aree di interesse culturale ed enoturistico di Tasmania Wines?

La Tasmania ha quattro strade chiave del vino – il sud, la costa orientale, il nord e il nord-ovest – visualizza ulteriori dettagli sul nostro sito Web all’indirizzo https://winetasmania.com.au/tasmanian-wine-odyssey.

©Josef Chromy

Qual è l’obiettivo futuro per diffondere le vostre eccellenze sempre più a livello internazionale?

La regione vinicola della Tasmania è molto piccola e il 95% del suo vino è attualmente venduto e apprezzato in Australia. Crescere la nostra presenza sui mercati internazionali è interessante per il futuro, ma è probabile che si costruisca lentamente nel tempo. Come accennato, la Tasmania ha variazioni d’annata significative e attualmente stiamo intraprendendo la vendemmia 2022, che è la terza piccola annata consecutiva.

©Meadowbank

Ciò significa che una minore disponibilità di vino della Tasmania renderà difficile far crescere la nostra presenza internazionale a breve termine. Un obiettivo chiave è aumentare il valore delle esportazioni di vino della Tasmania (più del volume): il valore delle esportazioni di vino della Tasmania è attualmente di $ 17,77/litro rispetto al valore medio australiano di $ 6,48/litro.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Italian based writer and magazine contributor.
Author of six books, some of her works have appeared in the most popular International Food magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com