Storie di EVO

Masía El Altet

Written by Veronica Lavenia

C’è una città del Mediterraneo, ricca di un patrimonio medievale e contemporaneo, nota per i suoi ponti. Uno scrigno di bellezza, circondata da due Parchi Naturali: Sierra del Mariola e Font Roja. Un contesto naturalistico a pochi chilometri da Alicante e a qualche chilometro in più da Valencia.

La Spagna non è solo spiaggia e mare ma anche meravigliose oasi naturali, montagne, laghi, fiumi e neve. La neve che cade nei mesi invernali ad Alcoy, la celebre città dei ponti. La stessa neve che lascia poi spazio ad estati torride.

Un clima estremo sul quale in pochi scommetterebbero per coltivare ulivi. Eppure, proprio ad Alcoy sorge la Fattoria di quello che negli anni, da esperti del settore, è definito uno dei migliori oli extra vergini di oliva al mondo.

Tutto ha inizio nel 1994, quando  Jorge Petit lasciò il suo lavoro, nel mondo dell’economia, per dedicarsi all’olivicoltura. Da allora, centinaia di riconoscimenti a livello internazionale ed elogi da parte dei migliori chef stellati che hanno scelto Masía El Altet per i loro ristoranti, come altre personalità nel mondo della politica e del jet set Internazionale.

Una tenuta che un tempo dava cereali e vino, a quasi mille metri a livello del mare, ai piedi della Sierra Mariola, riconvertita in oliveti.

Tanto studio sul tema, altrettanto amore per un risultato eccellente. 14.500 oliveti, non solo Picual ma molteplici cultivar da oliveti centenari, controllati ogni giorno. Un clima speciale (che può vedere oscillazioni di dieci gradi durante una stessa giornata), una terra prolifica e acque pure che sgorgano dalla Sierra Mariola. Infine, un sistema di controllo degli oliveti di alta tecnologia con sensori che recepiscono la temperatura a un metro sotto terra per arrivare fino alle radici e che inviano direttamente i dati termici al computer dell’azienda.

Quando e come è nato Masía El Altet?

Masía el Altet, la nostra fattoria di famiglia, luogo di residenza e dove si trova l’oliveto, risale al XVIII secolo. La nostra famiglia, da secoli, si dedica all’industria tessile. L’agricoltura è sempre stata per tutti noi il rifugio terapeutico, ideale dopo una dura giornata di lavoro.
I frutti ottenuti in cascina, infatti, venivano utilizzati da familiari e amici per uso personale.
Storicamente, la zona in cui ci troviamo, con un clima estremo, non è stata caratterizzata da colture arboree legnose, al contrario, prevalentemente quelle di rotazione, per la sua facile movimentazione.
Nel 1994, Jorge Petit riconvertì la sua tenuta agricola, prendendosi cura della pianta che più desiderava, l’olivo, rispettando le centenarie varietà autoctone esistenti nella Masia a cui aggiungono altre varietà come Picual e Arbequina. La premessa di Jorge era quella di ottenere un frutto il più sano possibile. Da lì, e per caso, iniziò a raccogliere le sue olive a fine ottobre, per evitare le prime gelate autunnali, questa volta in coincidenza con le cosiddette pre invaiatura. Così è nata Masía El Altet.

Cosa significa il nome?

Masia significa fattoria rustica, ranch o casa di lavoro. Essa è tipica dei territori della Spagna che formavano l’antica Corona d’Aragona. Altet: elevazione del terreno. La sua origine è in un diminutivo di ALT. Altezza.

In quale zona della Spagna si trova l’azienda agricola e qual è la caratteristica di questa zona geografica che rende speciale la produzione olivicola?

Masía el Altet occupa un’area di 70hc, si trova nella valle di Polop, Alcoy, provincia di Alicante. Nell’est della penisola iberica. Questa stretta valle, lunga solo 10 km per 2 km di larghezza, è incastonata tra i parchi naturali, Sierra de Mariola e Font Roja. Secondo rinomati botanici, Mariola è la catena montuosa con la più grande diversità al mondo di piante aromatiche e medicinali. Essendo catalogato da più di 1.200 specie con molti endemismi ibero-latini.
Siamo a soli 30 km in linea retta dal Mar Mediterraneo e a 850 metri sopra il livello del mare. Con un clima di forti contrasti termici giorno/notte dove sono presenti nebbie mattutine e alta umidità.

Quali sono le cultivar presenti in azienda?

Olivi centenari delle varietà Alfafarenca, Blanqueta, Genovesa e changlot, oltre ad altre varietà come Picual e Arbequina.

Perché l’olio di Masía El Altet è speciale?

Ci sono diversi fattori essenziali per ottenere un extravergine diverso. Alcuni sono controllabili dagli esseri umani, altri no. L’oliva è un grasso che assorbe tutto ciò che la circonda. Siamo su un’isola di ulivi circondati da un mare di piante aromatiche e officinali. La posizione, il microclima, la cura culturale dell’agricoltore e un processo rigoroso e igienico nel frantoio rendono le caratteristiche organolettiche dei nostri oli differenzianti.

 

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International Food magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com