Storie (Di)Vino

Strada del vino Rioja Alta

Written by Veronica Lavenia

La Strada del Vino della Rioja Alta è un’Associazione nata per garantire ai turisti un’esperienza enoturistica varia e di alto livello, nonché per far conoscere ancora meglio le meraviglie di una delle zone più suggestive e interessanti della Spagna.

Il visitatore ha molte opzioni tra cui scegliere tra visite guidate, degustazioni, ma anche la scoperta del territorio e delle sue tradizioni.

Scopriamo di più sull’Associazione e le sue attività dalle parole di Begoña Jiménez Díaz, Presidente della Strada.

©Rioja Alta Wine Route

Da quando è nata la vostra Associazione a oggi, quali obiettivi avete raggiunto e cosa resta da raggiungere?

La Strada del Vino della Rioja Alta è stata certificata nel 2013, dopo molti anni di lavoro per migliorare la destinazione turistica per soddisfare i requisiti richiesti dal manuale di prodotto delle Strade del Vino della Spagna.

Attualmente, la Strada conta 115 strutture associate legate all’enoturismo: cantine, strutture ricettive, ristoranti, aziende di attività, enoteche, musei, agenzie di viaggio…

Tutte queste strutture hanno un livello di qualità garantito che viene periodicamente verificato sia dalla Strada stessa, così come dalle Strade del Vino della Spagna, per il suo miglioramento interno e la competitività delle aziende. Oggi, la Strada del Vino della Rioja Alta è oggi una delle più visitate della Spagna e la destinazione della Rioja è leader nell’enoturismo.

L’obiettivo è continuare a lavorare insieme alle aziende per raggiungere un turismo di qualità e sostenibile, promuovendo il marketing e migliorando il posizionamento della destinazione attraverso azioni promozionali. Gli obiettivi perseguiti sono il rafforzamento e la diffusione dell’immagine del marchio come destinazione di interesse turistico, sviluppando l’offerta della destinazione in modo differenziato e specializzato rilevante per il pubblico interessato, migliorando e aumentando la presenza, la diffusione e la commercializzazione del prodotto turistico. aumentare il numero dei viaggiatori e dei pernottamenti.

©Rioja Alta Wine Route-San Vicente de la Sonsierra, La Rioja

Attraverso quali servizi/attività viene promossa la diffusione della Strada del Vino della Rioja Alta?

Attraverso tutti i media digitali: web, social network, blog …

La Strada del Vino della Rioja Alta diffonde, quotidianamente, la sua attività e quella generata dalle sue aziende associate. Attualmente, disponiamo di profili su Facebook, Twitter e Instagram, oltre a una pagina Web in cui i nostri partner possono pubblicare i loro eventi in agenda e un blog in cui informiamo sull’attività del Percorso e sugli eventi e le realizzazioni più importanti della nostra attività.

L’appartenenza all’Associazione Spagnola delle Città del Vino (ACEVIN) – Strade del Vino della Spagna significa una garanzia di eccellenza turistica, che ci fornisce una vetrina costante nelle riviste nazionali e internazionali e nei media digitali specializzati nel turismo. Naturalmente, partecipiamo attivamente anche a tutte le iniziative promosse da ACEVIN, che sono tante, essendo il punto di riferimento dell’enoturismo nel nostro Paese.

Anche attraverso istituzioni locali, come Turismo de La Rioja, siamo presenti a tutti gli eventi di interesse turistico ed enoturistico, sia all’interno che all’esterno della Spagna. La più recente, ad esempio, l’ultima fiera FITUR 2021, in cui la nostra cultura, la nostra gastronomia e i nostri popoli hanno avuto il loro posto.

©Rioja Alta Wine Route-San Vicente de la Sonsierra, La Rioja

Quali sono le peculiarità del territorio e dei suoi vini?

La Strada del Vino della Rioja Alta si trova nella zona vinicola per eccellenza di La Rioja. È in essa che si è fondamentalmente sviluppata la cultura del vino della regione e da cui provengono parte dei vini più prestigiosi di La Rioja. Ma, in più, altri due elementi completano uno scenario irripetibile. Da un lato, la ricchezza e la diversità del Patrimonio Storico-Artistico, riflesso del “crocevia” e terra di confine che fu La Rioja.

Va anche notato che il Camino de Santiago attraversa diverse città situate sulla Strada del Vino della Rioja Alta, come Logroño, Navarrete, Fuenmayor e Nájera. Come il Cammino Ignaziano, con tutta l’impronta spirituale e culturale che entrambi lasciano sulla nostra terra.

D’altra parte, è un ambiente e un paesaggio caratterizzato dalla vigna ma che si affaccia sulle montagne di Toloño, Cantabria e La Demanda, senza dimenticare il fiume Ebro, e tutto questo con l’ospitalità dei paesi della Rioja e della loro gente.

Per quanto riguarda i suoi vini, in termini molto generali si può dire che sono eleganti, equilibrati e molto adatti all’invecchiamento. Per molti parlare di Rioja Alta significa ricordare alcuni dei migliori vini di una terra riconosciuta in tutto il mondo per le sue qualità enologiche.

©Rioja Alta Wine Route

Può descrivere brevemente il camino e i territori di interesse culturale ed enoturistico che attraversa?

Numerose ed estese sono le tracce dell’attività vitivinicola sul patrimonio della zona. In tutto il territorio sono presenti numerosi esempi di cantine familiari riojane raggruppate nei cosiddetti “Barrios de Bodegas”. Si tratta di cantine scavate in profondità nel terreno o in roccia per ottenere condizioni ideali di temperatura, tra 13 e 15º, e umidità ai vini. I tubi di ventilazione della cantina conferiscono al paesaggio un profilo molto caratteristico.

Uno dei quartieri vinicoli più emblematici di La Rioja è San Asensio, noto anche come Barrio de las Cuevas. Dispone di 300 cantine situate su una collina chiamata Cerrillo Verballe, essendo un complesso unico nella regione poiché formano una sorta di paese in cui gli spifferi scavati nella roccia si intersecano, dando origine a passaggi tra le cantine che ci rimandano ad altri tempi.

©Rioja Alta Wine Route
Iglesia de Santa Maria de la Píscina, romànica, siglo XII
Peciña, San Vicente de la Sonsierra, la Rioja

Troviamo anche esempi di quartieri vinicoli di grande attrazione turistica a Cenicero, Casalarreina, Briones, San Vicente de la Sonsierra, Ábalos, Tirgo e Cuzcurrita de Río Tirón.

Oltre a queste cantine sotterranee, abbiamo quasi un centinaio di torchi a grotta scavati nella roccia dove veniva pigiata l’uva; e guardaviñas, che sono edifici a un piano situati vicino ai raccolti, che dal XIX secolo erano usati per vegliare sui vigneti e come rifugio per i contadini.

Non si può, infine, non segnalare il rapporto tra le cantine ei castelli della zona. Così, sia Cuzcurrita che Sajazarra mantengono le loro vecchie cantine all’interno insieme a nuovi edifici in cui il vino viene prodotto con metodi moderni.

Ma se c’è un quartiere emblematico nel territorio, questo è il Barrio de las Bodegas o Barrio de la Estación, ad Haro, che ha la più grande concentrazione di cantine centenarie al mondo.

La storia di questo quartiere inizia nel XIX secolo, secolo in cui molti viticoltori francesi decisero di trasferirsi ad Haro, in fuga da malattie della vite come peronospora e fillossera, che stavano devastando i vigneti per insediarsi prima nella zona di Cuevas, in questo quartiere, per la vicinanza delle stazioni ferroviarie, che permetteva loro di mantenere gli scambi con il resto delle zone settentrionali del Paese.

©Rioja Alta Wine Route

Perché scegliere la Strada del Vino della Rioja Alta?

Conoscere i segreti della vinificazione degustando un buon vino Rioja è senza dubbio uno dei migliori piaceri che La Rioja Alta ci offre.

La Strada del Vino della Rioja Alta e i suoi partner offrono una vasta gamma di esperienze per tutti i tipi di pubblico: famiglie, coppie, amici, aziende e incentivi.

Qui, tutti sono i benvenuti e grazie al carattere amichevole e accogliente della gente di Rioja, tutti i visitatori si sentiranno a casa. Non è un luogo comune, è una realtà che i nostri turisti vivono e sentono. La storia, la ricchezza e la diversità del patrimonio del nostro territorio garantiscono svago e cultura. La nostra cultura del vino comprende di tutto, dalle cantine, vecchie cantine, cantine centenarie e vignaioli ai progetti più innovativi di recente creazione. E tutto, molto vicino a te.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
(Speech) Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com