Storie (Di)Vino

Strada del vino de Rueda

Written by Veronica Lavenia

La Strada del vino Rueda, che prende il nome dall’omonimo fiume lungo la quale si snoda, si trova nel cuore della Castiglia. In questa regione, simbolo della Spagna, nascono i vini della Denominazione di Origine Rueda. Una ricchezza storica, culturale e vitivinicola  che raccoglie trenta comuni.

Dall’XI secolo a oggi, la cura della vite e la produzione del vino sono le eccellenze di questa terra, come le sue manifestazioni artistiche e  la gastronomia.

Scopriamo di più dalle parole di Juan José Calvo, presidente de la Ruta de Vino de Rueda.

©Rutas del vino de Rueda-Juan José Calvo – Presidente Ruta del Vino de Rueda

Da quando l’Associazione è nata a oggi, quali obiettivi ha raggiunto e quale quelli ancora da raggiungere?
Anche se il vino è con noi da più di mille anni e la cultura del vino fa parte del nostro DNA, l’enoturismo, così com’è inteso oggi, è un concetto moderno sviluppato nel nostro territorio da  circa 15-20 anni.  La nostra gente, di mentalità aperta e schietta, ha sempre accolto i visitatori con entusiasmo ma l’enoturismo come professione è qualcosa di più recente.
In questi otto anni di lavoro il settore privato e pubblico hanno subito un’evoluzione molto importante, con obiettivi comuni e criteri di qualità ben definiti e condivisi. La professionalizzazione del settore, il miglioramento della competitività aziendale, il successo del networking, una maggiore comunicazione e una migliore conoscenza del nostro territorio, sono state molte le conquiste e i progressi raggiunti. Guardando indietro nel tempo, possiamo affermare con orgoglio di aver reso questa destinazione una delle principali mete dell’enoturismo in Spagna, grazie allo sforzo e alla dedizione delle persone dietro ciascuno dei progetti. Tuttavia, c’è ancora molta strada da fare. Tra le principali sfide che ci poniamo per il futuro c’è quella di continuare a crescere in qualità e poter mostrare l’unicità del nostro territorio, dentro e fuori i nostri confini, rendendo visibili progetti differenzianti, tutta la nostra storia e le nostre profonde radici vitivinicole, senza dimenticare quello spirito innovativo che ci ha sempre contraddistinto. Lo spopolamento è una minaccia presente e futura e vogliamo che l’enoturismo sia uno strumento utile contro di esso, che incoraggi i giovani a vivere e lottare per la propria terra.

©Rutas del vino de Rueda- Foto Miguel Angel Munoz Romero

Attraverso quali servizi/attività viene promossa la diffusione della Strada del Vino Rueda?
Essendo essa stessa una destinazione enoturistica, il visitatore può compiere un viaggio completo attraverso la nostra Strada del Vino, godendo di tutti i tipi di servizi e attività turistiche, sempre con il vino come colonna portante. Il viaggiatore troverà sulla nostra rotta tutto ciò di cui ha bisogno per rendere la sua visita un successo: dal servizio professionale delle agenzie di viaggio, ai trasporti, agli alloggi unici e di charme, alla migliore cucina locale, alle attività di svago e natura, alla salute e al benessere ma, naturalmente, in una Strada del Vino, non possono mai mancare tutte quelle proposte direttamente legate al vino come visite alle nostre cantine, degustazioni e passeggiate tra i vigneti – godendo di un ambiente naturale privilegiato-, visite guidate attraverso le nostre gallerie sotterranee, – cantine scavate sotterranei di tradizione secolare del territorio -, abbinamenti di ogni genere e un ampio itinerario attraverso la storia e il patrimonio vinicolo della nostra terra.
Il connubio tra vino -nel senso più ampio del termine-, storia e gastronomia è un trinomio che ci rende diversi che non aiuta a vendere con una certa facilità il nostro territorio.

©Rutas del vino de Rueda

Quali sono le peculiarità del territorio e dei suoi vini?
Questo è il paese del vino per eccellenza. Come dicevo prima, la storia ci racconta più di dieci secoli di coltivazione della vite, mille anni in cui il vino ha fatto parte della nostra vita, della nostra cultura, del nostro DNA, occupando un posto di primo piano. La qualità del nostro terroir con suoli ghiaiosi, il nostro clima continentale, con forti contrasti e l’unicità del nostro vitigno autoctono, il Verdejo, ci danno le condizioni ideali per la produzione di vini bianchi di alta qualità. Oggi, convivono sul territorio grandi marchi con proiezione internazionale, progetti di boutique a conduzione familiare, cantine moderne e tecnologiche e altre più tradizionali, e tutte nascondono una piccola grande storia da scoprire, un paesaggio da esplorare, un terroir da assaporare e, soprattutto, una bella esperienza da vivere.
Con un vitigno versatile e molto personale come il Verdejo, possiamo produrre vini bianchi giovani –freschi e fruttati-, vini storici –come quelli dorati e pallidi che utilizzano tecniche simili ai vini di Jerez-; Vini affinati in botte o sui lieviti, e anche frizzanti. Tutti con una tipicità unica che li ha resi i vini bianchi più consumati in Spagna.

Può descrivere brevemente il camino e i territori di interesse culturale ed enoturistico che attraversa?
La Strada del Vino Rueda è composta da circa cinquanta comuni che si estendono nelle province di Valladolid, Ávila e Segovia, situate nel centro-nord della Spagna e a solo un’ora da Madrid. In un territorio così vasto troviamo un’enorme diversità di proposte culturali ed enoturistiche, ma c’è un’identità comune a tutte e questa è la storia ed è la nostra storia e il nostro patrimonio. Abbiamo quarantasei monumenti dichiarati Bene di Interesse Culturale dal governo della Spagna, tra cui superbi castelli, imponenti costruzioni civili e una vasta collezione di templi ed eremi, situati in punti geografici di visita obbligatoria come Tordesillas, Medina del Campo, Olmedo , Nava del Rey, Rueda. Non dimentichiamo il fiume Douro, che attraversa le nostre terre, e che ci unisce ai nostri vicini portoghesi in un tour enologico di grande interesse, o la Strada Europea di Carlos V, che attraversa diversi dei nostri comuni o quello di Ysabel La Católica, che nacque e morì in questa terra, tra molte altre opzioni legate alla storia.

©Rutas del vino de Rueda

Perché scegliere la Strada del Vino Rueda?

A Rueda il visitatore troverà singolarità enologiche uniche come quel perfetto connubio tra tradizione e innovazione o le nostre cantine sotterranee, un mondo magico nascosto sotto i nostri piedi; ma mi piace dire che Rueda è la Strada delle Mille Vie.

Abbiamo proposte per tutti i tipi di pubblico e gusti e questo apre una vasta gamma di possibilità. Qui, trovano il loro posto gli appassionati di vino che vogliono conoscere tutti i nostri dettagli e singolarità, quelli che vogliono solo un approccio leggero al vino, le famiglie in cerca di attività adatte a bambini e adulti, gli amanti della natura, dell’ornitologia o delle escursioni, quelli che viaggiare sulle tracce della storia o di chi cerca di conoscere le storie che si nascondono dietro i nostri artigiani, vignaioli e vignaioli. Insomma, vi è più di un motivo per scegliere la nostra Strada, tra cui l’ospitalità della nostra gente, che dà vita ai nostri popoli e dà senso al nostro lavoro quotidiano.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
(Speech) Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com