Storie (Di)Vino

Bot River Regione del vino

Written by Veronica Lavenia

Vini artigianali di alta qualità e impegno per la biodiversità sono alcune delle caratteristiche della produzione vinicola di Botriver.

Le aziende vinicole della regione si trovano ai piedi del passo Houwhoek, una delle aree più ambite del Western Cape per il suo clima fresco e marittimo.

Il clima particolare, con le fresche brezze della laguna del fiume Bot e dell’Oceano Atlantico, compensa le calde estati della valle. Gli inverni miti e senza gelo e le precipitazioni completano l’irrigazione dei vigneti.

Scopriamo di più dalle parole di Kate Emanuel, responsabile della comunicazione Bot River Wine Route.

© Bot River Wine Route

Quali sono le peculiarità del territorio e dei suoi vini?

Bor River è unico per molte ragioni, ma non per molte di più dello spirito datogli dalla gente laboriosa e generosa che dimora tra i suoi incantevoli paesaggi. I diversi angoli della regione si prestano bene anche a un’ampia varietà di coltivazioni: frutta, grano, avena, bovini, ovini. Da un punto di vista viticolo, c’è un’ipotesi generale fatta da estranei – che può essere peculiare. Essendo situato più a sud delle regioni vinicole più consolidate del Capo (ad es. Stellenbosch, Swartland, Paarl) si presume che abbiamo un clima più fresco o meno rigido. Non vero. Fa molto, molto caldo qui fuori.

© Bot River Wine Route

Il vento soffia anche con la forza di mille tursiopi durante i mesi estivi. Di conseguenza, l’aria è secca, ma in effetti fresca e pulita. In quanto tali, le viti lottano per l’umidità, ma respirano aria buona e producono frutti con un’incredibile concentrazione, un clima non troppo mite.

© Bot River Wine Route

Quali servizi/attività utilizzi per promuovere la tua regione vinicola?

La maggior parte dei produttori lavora con WOSA (Wines of South Africa) per tenere informata l’industria del turismo in generale. Inoltre, quasi tutte le cantine dispongono di sale di degustazione e invitano (con o senza appuntamento) il pubblico ad assaggiare i propri vini quasi tutti i giorni della settimana.

© Bot River Wine Route

Queste strutture di degustazione sono centri di attività e condivisione di informazioni sull’area in cui le feste vengono spesso inviate anche ai vicini per assaggiare. C’è un grande senso di cameratismo tra i produttori. Ci sono state anche celebrazioni annuali della vendemmia – ospitate da e per le comunità di viticoltori – per aiutare a promuovere la regione. Uno di questi, la celebrazione di Barrels & Beards si è guadagnata la reputazione di essere un incontro unico con ottimo cibo e vino.

© Bot River Wine Route

Puoi descrivere brevemente le aree di interesse culturale ed enoturistico della regione vinicola di Bot River?

Il centro della strada del vino è considerato la città di Bot River, da cui tutti i produttori della zona sono molto raggiungibili, al massimo 10 minuti di auto. Anche se potrebbe essere un modo per diventare una vivace città di turismo e cultura, ha alcune stranezze seducenti, alcuni posti meravigliosi dove bere un buon drink e del cibo delizioso in alcuni ristoranti piacevoli. La maggior parte della ricettività turistica circonda il paese su fattorie e piccole tenute.

© Bot River Wine Route

Qual è l’obiettivo prefissato per il prossimo futuro per diffondere le vostre eccellenze sempre più a livello internazionale?

C’è una forza trainante tra i produttori per infondere coesione tra le strutture della zona che offrono attività turistiche, per attirare più visitatori – locali e internazionali – per vivere il territorio.

© Bot River Wine Route

È infatti presente un’offerta più completa e sfaccettata, ma le informazioni potrebbero forse essere disponibili in uno spazio più centrale e visibile. Per quanto riguarda gli obiettivi e il futuro, uno sforzo continuo da parte dei viticoltori per continuare a costruire la già impressionante reputazione per gli incredibili chenin blanc e syrah.

© Bot River Wine Route

Perché i vini della regione sono così speciali?

Il grande terroir è un crescendo di molte cose. Ma il tocco umano – una componente spesso dimenticata – è spesso sottovalutato. Il duro lavoro, il cameratismo e l’onesta condivisione delle conoscenze tra i viticoltori li ha portati lontano e continueranno a migliorare i già rinomati vini.

© Bot River Wine Route

C’è un grande spirito nella regione di Bot River. Abbinalo agli splendidi paesaggi, ai venti del mare non così lontano e alle personalità robuste, si potrebbe quasi presumere che il vino non sarà altro che speciale.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Italian based writer and magazine contributor.
Author of six books, some of her works have appeared in the most popular International Food magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com