Guida (Di)Vino Toscana

Fattoi

Written by Piero Pardini

Credits: Fattoi – Toscana

La storia vinicola della famiglia Fattoi inizia negli anni ’60, il periodo del boom economico italiano.

Intorno al 1965, Ofelio decide, dopo essersi fatto una discreta esperienza sulla coltivazione della vite e dell’olivo, di acquistare un appezzamento di terra e mettersi in proprio. I primi anni sono duri, dopo molti sacrifici Ofelio e i suoi figli, Leonardo e Lamberto, sono riusciti a costruire una piccola-media azienda vinicola che da, ormai, 30 anni lavora con passione, producendo vini ed olio di qualità. La loro filosofia è strettamente legata alle radici ed alla tradizione del territorio.
Attualmente, l’azienda possiede 9 ettari di vigneti coltivati esclusivamente a uvaggio Sangiovese grosso, la tipologia dalla quale vengono prodotti i vini autoctoni del territorio: Rosso di Montalcino, Brunello e Brunello Riserva; oltre a circa 3 ettari di oliveto (intorno alle 700 piantagioni di varie qualità tra cui: olivastra, leccino e moraiolo). La produzione è di circa 50.000 bottiglie totali all’anno: 26.000 di Brunello, 20.000 per il Rosso; e 4.000-4.300 per la Riserva (prodotta solo nelle migliori annate).
La vendemmia, la potatura e le selezioni in vigna vengono effettuate manualmente, in modo da tenere sotto controllo il più possibile l’impianto produttivo. La raccolta delle uve avviene intorno alla fine di settembre-inizio ottobre,  periodo nel quale mediamente questi vigneti raggiungono una macerazione ottimale. I vigneti sono a un’altezza di circa 300 metri sul livello del mare e hanno un’ottima esposizione al sole che facilita la maturazione dei grappoli, il suolo è, principalmente, composto da terra chiamata galestro, una tipologia particolare di terra composta da argilla e minerali. Vengono effettuate selezioni in vigna ed in cantina per ridurre le quantità ed incrementare la qualità. Una volta arrivate in cantina le uve iniziano il processo di fermentazione alcolica e malolattica nei contenitori in acciaio inox a temperatura controllata. L’affinamento dei vini avviene, principalmente, nelle botti di rovere di slavonia di dimensioni che vanno dai 32 Hl. fino ai 45 Hl. È proprio questo uno dei punti di forza della nostra cantina, contraddistinguerci per un metodo tradizionale seppur al passo con i tempi, ne risultano vini corposi, strutturati ma allo stesso tempo con un certo equilibrio e una discreta acidità che gli permette di essere conservati a lungo in bottiglia. Sono vini genuini come le persone che li producono con passione.
Il Rosso di Montalcino è invecchiato in legno per circa 6 mesi, mentre il Brunello 3 anni abbondanti ed il Brunello Riserva 4 anni. Questi vini sono strutturati per sostenere un ulteriore affinamento in bottiglia che con il tempo li rende più equilibrati e morbidi.

Proprietà: Fattoi Ofelio e figli
Conduzione enologica: Pietro Rivella
Conduzione agronomica: consulente esterno
Viticultura: convenzionale
Ettari vitati: 11,50
Bottiglie prodotte: 60.000
Vendita diretta: sì
Visite in azienda: sì
Anno di fondazione: 1964 (primo Brunello prodotto annata 1979)

Etichette recensite
Brunello di Montalcino 2015
Brunello di Montalcino 2016
Rosso di Montalcino 2018
Rosso di Montalcino 2019

Azienda Agricola Fattoi Ofelio e Figli
Podere Capanna, 101
Località Santa Restituita
53024 Montalcino (SI)
Phone +39 0577 848613
E-mail: info@fattoi.it
Website: http://www.fattoi.it

About the author

Piero Pardini

Founder and editor of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the authorized biography "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com