Storie (Di)Vino

Strada del vino di Toro

Written by Veronica Lavenia

La Denominazione di Origine Toro, approvata nel 1987, riguarda diciassette mandati municipali tra il sud-est della provincia di Zamora e il sud-ovest della provincia di Valladolid.
La provincia di Zamora e Valladolid, e nello specifico l’area coperta dalla D.O. Toro, è caratterizzata da un clima continentale con influenze atlantiche. La zona si trova nel medio corso del Duero, con i vigneti a un’altitudine compresa tra i 600 ei 750 metri sul livello del mare.

Rilievi lisci e ondulati, nonché una superficie calcarea e un clima favorevole consentono la produzione di diversi vitigni come Garnacha, Verdejo o Malvasia. Naturalmente, predomina la varietà tipica della zona, la Tinta de Toro.

La Strada del Vino di Toro nasce con l’obiettivo di divulgare e promuovere i vini della regione offrendo esperienze enoturistiche di alto livello, alla scoperta di un importante patrimonio enoico e culturale come racconta Juditih Fernandez Janez, responsabile della gestione della Strada del Vino del Toro.

©Do Toro

Dalla nascita della Strada, quali obiettivi sono stati raggiunti e quali restano da raggiungere?

La Strada del Vino di Toro è, ufficialmente, certificata come una delle Strade del Vino spagnole nel febbraio 2019 e la promozione della destinazione turistica legata alla Denominazione di Origine Toro inizia con diverse azioni come eventi di enoturismo, eventi sportivi, esperienze in cantine, degustazioni , visite e viaggi per la stampa e blogger di viaggi o lifestyle.
Nel 2020, a causa della situazione che tutti conosciamo, l’attività viene paralizzata e, nel corso del 2021, viene ripresa, tornando alle attività promozionali.
Per questo 2022 ci auguriamo di raggiungere uno degli obiettivi che è quello di avere dei pacchetti turistici specifici in modo che il viaggiatore si debba solo preoccupare di godersi la destinazione, perché dalla Strada avremo consigliato e prenotato l’esperienza più adatta ai vostri gusti.

©Ruta del vino de Toro

Attraverso quali servizi/attività la vostra Associazione promuove la diffusione della Strada del Vino del Toro?

Come abbiamo accennato prima, attraverso diverse azioni di comunicazione e promozione come il FamTrip o PressTrips per giornalisti e influencer di diversi stati d’animo.
Sponsorizziamo, inoltre, alcuni eventi culturali e sportivi della zona. Naturalmente, attraverso le pubblicazioni sui nostri profili di social network, dove condividiamo quotidianamente foto, video, eventi o tante cose interessanti sulla nostra destinazione.

©Ruta del vino de Toro

Ci può descrivere brevemente il percorso e i territori di interesse enoturistico culturale attraverso di esso?
La Strada del Vino di Toro attraversa la provincia di Valladolid, con la città di San Román de Hornija e le sue cantine tradizionali in un ambiente rurale dove si può vivere l’essenza del vino e i villaggi più autentici.
Il nostro cuore è nella provincia di Zamora, nel comune di Toro, che dà il nome ai nostri vini e alla nostra destinazione.
Toro conserva secoli di storia nelle sue strade, con la Collegiata di Santa María, architettura romanica del XII secolo che ha visto passare tra le sue pietre re, regine, vescovi e innumerevoli storie, per non parlare dell’Alcázar, la Torre dell’Orologio , il Monastero di Sancti Spiritu o una delle nostre chiese mudéjar.

©Ruta del vino de Toro

Ma Toro non è solo ciò che vediamo nelle sue strade, è ciò che si custodisce sotto i nostri piedi, un numero infinito di cantine sotterranee, dove si produceva il vino dal XV e XVI secolo fino a pochi decenni fa. Non possiamo dimenticare che siamo bagnati dal fiume Duero, che nella sua valle ci regala molti alberi da frutto.
A Morales de Toro si trova il Museo del vino Pagos del Rey, uno dei più importanti centri turistici di questa categoria in Spagna, in quanto è un centro molto interattivo con un’agenda culturale che diffonde la cultura del vino a tutti i viaggiatori.

Se vuoi mangiare del buon formaggio, Toro è anche la tua destinazione, perché abbiamo uno dei Musei del formaggio di Castilla y León, quello della famiglia Chillón, che produce formaggi di alta qualità da oltre 100 anni.

©Ruta del vino de Toro

Quali sono le particolarità del territorio e dei suoi vini?
La cosa più caratteristica della Denominazione di Origine Toro è che molti dei nostri vigneti non soffrivano di fillossera, e abbiamo vigneti con viti di oltre 100 anni che rendono i nostri vini qualcosa di unico e speciale, dal carattere incomparabile e inimitabile.
La nostra uva principale è la Tinta de Toro, anche se nel nostro territorio si producono anche vini bianchi con Verdejo o Malvasia.
La storia del vino e dei vigneti di Toro risale a secoli fa, possiamo addirittura dire che uno dei primi, se non il primo vino che raggiunse il continente americano nel primo viaggio di Cristoforo Colombo fu un vino Toro.

©Ruta del vino de Toro

Organizzate visite guidate alle cantine?
Abbiamo ventidue cantine visitabili sulla Strada del Vino del Toro, di ogni genere, dalle tradizionali cantine sotterranee scavate nel sottosuolo, alle più innovative, circondate da spettacolari vigneti, dove è possibile effettuare ogni tipo di visita, per tutti i gusti.

©Ruta del vino de Toro

Perché scegliere la Strada del Vino del Toro?
Perché nella nostra destinazione troverai storia, buona gastronomia, vini unici, cantine incredibili ma, soprattutto,  persone che ti faranno sentire a casa, che ti accoglieranno e ti mostreranno un posto speciale, una piccola grande destinazione, da esplorare in un ambiente tranquillo, senza folla e con luoghi che non dimenticherai facilmente.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com