Storie (Di)Vino

DO Tarragona

Written by Veronica Lavenia

Il simbolo della denominazione D.O. Tarragona è l’anfora a testimoniare l’antica presenza della viticoltura in questa zona della Catalogna (Spagna). L’anfora, in epoca Romana, era il contenitore di ceramica utilizzato anticamente per conservare e trasportare il vino.
La D.O. Tarragona è nata nel 1945, inizialmente creata per tutelare i vini liquorosi, la cosiddetta Tarragona Classica. Fu più tardi, nel 1959, che si iniziò a divulgare anche i vini secchi e amabili. Oggi, è un’altra interessante realtà vitivinicola Spagnola nota nel mondo.

Scopriamo di più dalle parole del suo Presidente,Vicenç Ferré Morató.

©D.O. Tarragona

Dalla nascita di D.O. Tarragona, quali obiettivi sono stati raggiunti e quali restano da raggiungere?
Il patrimonio storico e patrimoniale che il territorio della D.O. Tarragona custodisce è eccezionale, ed è strettamente legato alla produzione di vini di riconosciuta qualità, sin dalle sue origini. Scoprire l’impronta che la coltivazione della vite ha lasciato in questa zona è emozionante, e ci riporta ai tempi in cui Tarragona era una delle città più importanti dell’Impero Romano.
Oggi, la città di Tarragona, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per il suo stuolo di monumenti romani, continua a essere un buon punto di partenza per iniziare a scoprire la cultura del vino di una denominazione di origine che spazia dal Mar Mediterraneo nella valle del fiume Ebro, passando per l’interno della campagna di Tarragona.
L’obiettivo principale è promuovere il marchio Vino de Tarragona, con tutto ciò che la nostra Denominazione di Origine ha in termini di patrimonio (Tarraco Romana, Cattedrali del vino, Modernismo,…), cultura enogastronomica, paesaggio legato al fiume Ebro e alla campagna di Tarragona, con i suoi bacini idrografici di Francolí e Gaiá e più di duemila anni di storia.

©D.O. Tarragona

Quali sono le peculiarità del territorio e dei suoi vini?
Un impegno per la terra e per la vigna che, nei secoli, ha permesso di superare ogni ostacolo, compresa la peste della fillossera di fine ‘800.

Buoni esempi sono i vini bianchi, rossi e rosati della D.O. Tarragona e anche i tradizionali vini liquorosi, il Classic Tarragona che hanno contribuito notevolmente al prestigio di una zona vitivinicola che aveva tutto: bel tempo e buona terra per coltivare la vite.
Oggi, nella D.O. Tarragona, possiamo trovare varietà come Ull de Llebre, Red Garnacha, Samsó, Sumoll, Moscatel, Parellada, White Garnacha e Macabeo, il vitigno protagonista della denominazione di origine che si caratterizza per l’aroma dei fiori di mandorlo e la salinità marina.

©D.O. Tarragona

Quali servizi/attività utilizzano per promuovere la regione vinicola?
La nuova e potente creazione della Strada del Vino D.O. Tarragona.
Un percorso che offre la possibilità di entrare in un territorio privilegiato per la coltivazione della vite con esperienze uniche che uniscono il vino alla gastronomia, allo sport o alla cultura. Proposte rivolte a diversi tipi di pubblico che invitano a divertirsi e gustare vini, che parlano di paesaggi che vanno da Tarragona, al Mar Mediterraneo all’entroterra rurale di Tarragona, la Sierra de Prades e la valle del fiume Ebro. Vini e attrazioni turistiche da cui vale la pena lasciarsi sedurre.

D.O. Tarragona Wine Festival: Da metà maggio al 5 giugno, la città di Tarragona diventa la capitale del vino, il nostro obiettivo è rendere il vino protagonista a Tarragona per venti giorni, creando una Strada del Vino attraverso diversi ristoranti della città, dove gastronomia e vino sono in abbinamento. Sono previsti anche convegni incentrati su Tarragona ed enoturismo, un cinema all’aperto, con proiezione di un film legato al mondo del vino. Si tiene una degustazione popolare dove saranno presenti tutte le cantine della Denominazione di Origine Tarragona.

©D.O. Tarragona

Può descrivere brevemente le aree di interesse culturale ed enoturistico della D.O. Tarragona?
Come abbiamo già accennato, le zone di interesse culturale ed enoturistico sono la città di Tarragona, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, continua a essere un buon punto di partenza per iniziare a scoprire la cultura del vino di una denominazione di origine che spazia dal Mar Mediterraneo nella valle del fiume Ebro, passando per l’interno della campagna di Tarragona, con le sue cattedrali del vino e le cantine più familiari e autentiche e con esperienze di enoturismo uniche.

©D.O. Tarragona

Perché i vini D.O. Tarragona sono così speciali?

Per la loro storia e unicità, per il legame con la terra che li produce e per la passione dei produttori che lo rendono possibile. Utilizzando sempre più le nostre varietà più autoctone come Xarel•lo vermell, Cartoixà, Sumoll, i Garnachas della nostra zona e sponsorizzando il Macabeo de Tarragona, come uno dei nostri vini più speciali con le sue diverse elaborazioni.
Speciale perché la D.O. Tarragona è la prima Denominazione a recuperare elaborazioni ‘tradizionali’ e ad adattarle al nostro Disciplinare, come è stato fatto con lo Spumante di Qualità prodotto con il Metodo Ancestrale e come si fa con i bianchi croccanti.
Senza dimenticare i CLASSIC TARRAGONA, i vini liquorosi per i quali è stata creata la D.O. Tarragona nel 1945.

Il tipo di terreno e il clima rendono le uve prodotte in questa zona particolarmente ideali per la produzione di questo tipo di vini dolci,mistelas, moscati, soleras, rancios, vini passiti. Storia viva della nostra Denominazione di origine.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
(Speech) Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com