Storie di EVO

Agrestis

Written by Veronica Lavenia

La storia millenaria della pianta di olivo si intreccia con tradizioni, miti, racconti di civiltà. Citato nella Bibbia, nelle opere di Omero, nei testi Arabi, nei graffiti egiziani, nella Divina Commedia di Dante e non solo, l’ulivo ha ispirato i più celebri scrittori e poeti, come Pablo Neruda la cui ode all’ulivo è una delle testimonianze più note al mondo:

©Agrestis

E lì
negli
assolati
uliveti,
dove
soltanto
cielo azzurro con cicale
e terra dura
esistono,

il prodigio,
la capsula
perfetta
dell’uliva
che riempie
il fogliame con le sue costellazioni:
più tardi
i recipienti,
il miracolo,
l’olio.

Simbolo per eccellenza da sempre della cultura siciliana, l’ulivo è una delle chiavi su cui si basa l’economia isolana. Tra le varietà di olivo coltivate nell’Isola più grande del Mediterraneo le più antiche  e note sono: Biancolilla, Cerasuola, Moresca, Nocellara del Belice, Nocellara Etnea, Ogliarola Messinese, Santagatese, Tonda Iblea. A esse si aggiungono altre varietà meno note, come:  Brandofino, Crastu, Giarraffa, Minuta, Pidicuddara, Verdello, Zaituna.

Introdotto in Sicilia dai Fenici, secondo quanto attestato dalle testimonianze storiche, l’ulivo fu poi considerato una pianta preziosa anche dalle varie popolazioni, insediatesi  nei secoli.

©Agrestis

La mitologia narra che l’ateniese Apollo nacque sotto un ulivo e suo figlio, Aristeo, una volta imparato dalle ninfe come innestare l’olivo selvatico, insegnò agli uomini a frangere le olive per ricavarne l’olio. I primi Frantoi rudimentali, noti come “Trappitu”, pare nacquero proprio in epoca greca. Fu, però con la dominazione Araba e con i Romani che la coltivazione e produzione commerciale olivicola divenne pratica costante.

Una tradizione secolare, aggiornata nelle tecniche e nella coltivazione da nuova dominazione. Questo ha permesso, e consente tutt’oggi, alla Sicilia di posizionarsi ai vertici della cultura olivicola mondiale in termini di storia e qualità.

©Agrestis

Ogni provincia dell’Isola ha una produzione olivicola di elevato livello. La forza del comparto olivicolo siciliano risiede nel fatto che la maggioranza delle Aziende sono a conduzione familiare, per cui l’attenzione dedicata alla coltivazione e produzione è naturalmente superiore rispetto ad realtà di carattere industriale.

©Agrestis

Agrestis è un’azienda agricola che della conduzione familiare ha fatto la sua filosofia. Da padre in figlio le generazioni si susseguono con i medesimi valori e il desiderio di emergere oltre i confini isolani. Azienda pluripremiata con una eccellente produzione di olio Extra Vergine di oliva, Agrestis è l’esempio della Sicilia che crea qualcosa di buono e sano per chi ama la tradizione e la cultura gastronomica.

©Agrestis

TERRITORIO:

L’azienda sorge a Buccheri, la cui storia è strettamente legata a un territorio generoso, da paesaggi fortemente pittoreschi e una natura incontaminata.

Il suggestivo borgo, in provincia di Siracusa, è ubicato a circa 820 m di altitudine, sulle pendici del Monte Lauro. Inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia, la sua posizione strategica, fra le province di Siracusa, Ragusa e Catania, ha consentito nel tempo a Buccheri di svilupparsi come importante nodo stradale e commerciale.

Siculi, Greci, Romani e Bizantini furono i primi popoli a insediarsi ma è con l’arrivo degli Arabi che la cittadina viene fortificata con una muraglia ed è ancora con i Normanni che la città si definisce con la costruzione di un castello (di cui rimangono ancora resti), attorno al quale si svilupperà il paese.

Il Borgo è celebre anche per “neviere” ancora numerose e visibili sull’altipiano del monte Lauro, che sovrasta il paese. Le neviere costituivano commercio importante con le altre città della Sicilia ma anche con Malta. La neve veniva venduta agli ospedali ma anche per produrre granite e i gelati.

Oggi, Buccheri è nota per il suo turismo,  per il suo Festival Medievale (MedFest) e per una interessante produzione olivicola.

©Agrestis

 AZIENDA:

Agrestis è situata a 820 mt. d’ altitudine, in un’area caratterizzata da colline aride, e suggestive foreste.

La Cooperativa fu fondata nel 2003 da Giuseppe Paparone e Lorenzo Nicotra. La produzione domestica d’olio Extra Vergine di oliva divenne così una vera attività. Nel tempo, i figli, Pietro e Salvatore, si sono uniti al progetto, con l’acquisizione di circa 8 ettari di uliveti, di cui una parte convertiti in biologico.

Oggi, le piante di ulivi sono 20.000 e  fanno di Agrestis una delle aziende di punta della produzione olivicola isolana.

L’azienda, sempre al passo con i tempi, riceve importanti riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale che premiano la qualità dell’olio Extravergine prodotto dalla prestigiosa oliva Tonda iblea.

©Agrestis

EVO:

La ricca produzione olivicola di Agrestis si differenzia per tipologie di prodotto, nate da differenti cultivar che esprimono la personalità del territorio.

Tecnologie contemporanee unite all’attenzione post in ogni fase della produzione garantiscono un olio Extra vergine di qualità con le proprietà organolettiche integre.

Fino a circa dieci anni fa la raccolta era tardiva, nel mese di Dicembre e Gennaio, perché, i quel periodo l’oliva è matura e garantisce un’alta percentuale d’olio al suo interno.

Oggi, maggiori conoscenze indicano che anche l’acidità dell’olio aumenta con la maturazione dell’oliva e i polifenoli, preziosi antiossidanti per l’organismo, diminuiscono drasticamente. Ciò significa più quantità ma minore qualità del prodotto. Per questo, Agrestis fedele con la sua filosofia, volta a privilegiare la qualità, ha optato per la raccolta anticipata.

©Agrestis

Agrestis raccoglie le olive manualmente, con tecniche tradizionali dal 1° Ottobre alla fine di Novembre. Al fine di preservare al meglio tutte le proprietà delle olive e garantire la massima qualità del prodotto, la molitura delle olive viene effettuata lo stesso giorno della raccolta.

Il frantoio è caratterizzato da un meccanismo innovativo di spremitura a freddo con ciclo continuo a due fasi. Il sistema è formato da un insieme di macchinari collegati in continuità che permette una lavorazione senza interruzioni per evitare le ossidazioni. La tecnologia a due fasi non prevede l’utilizzo d’acqua e la centrifuga separa l’olio dalla pasta bagnata. Altro vantaggio di tale sistema è quello di operare a basse temperature (<27°), preservando così al meglio le parti aromatiche di maggior pregio, i profumi e i polifenoli.

©Agrestis

L’imbottigliamento avviene in sede per mezzo di una macchina riempitrice che crea una depressione nella bottiglia e l’olio affluisce senza passare da pompe a giranti, evitando  contatti con l’aria esterna. La bottiglia e le latte vengono poi tappate, sigillate, ed etichettate con l’etichettatrice aziendale.

Diverse le proposte dell’azienda:

©Agrestis

L’Olio Extravergine di Oliva “Agrestis Nettaribleo” Biologico & DOP è prodotto con la cultivar Tonda Iblea.

Gli uliveti secolari sono ubicati a un’altitudine media di 600/700 mt. slm, in un  terreno prevalentemente calcareo molto permeabile.  La raccolta (brucatura a mano) ha luogo nel mese di Ottobre. L’olio appartiene alla categoria dei fruttati intensi, colore verde, dai riflessi dorati. Al naso si riscontra un’eccezionale combinazione di mela verde, pomodoro, erba appena falciata e sentori freschi di erbe selvatiche. Al palato dimostra sentori amari e piccanti armoniosi con note di carciofo e pomodoro.

©Agrestis

L’Olio Extravergine di Oliva “Agrestis Verd’Olivo Novello” è prodotto con le cultivar Biancolilla, Nocellara, Moresca e Verdese. Gli uliveti secolari sono ubicati a 600/700 mt. slm, in terreno prevalentemente calcareo molto permeabile. Concimazione organica, il periodo di raccolta (brucatura a mano) va dal 20 al 30 Settembre al 30 Settembre. Il metodo di estrazione prevede due fasi a freddo.

Al naso è deciso con sentori fruttati di pomodoro di media maturità, carciofo, basilico ed erbe aromatiche. Equilibrato nelle sensazioni gustative, con note decise di amaro e piccante.

©Agrestis

IGP Sicilia è un olio fruttato medio con certificazione di Indicazione Geografica Protetta prodotto dalla selezione delle migliori cultivar siciliane. Le condizioni ambientali e di coltura degli oliveti destinati alla produzione dell’ IGP sono quelle tradizionali, naturali per ottenere una produzione di olio extra vergine di oliva con le caratteristiche chimico-fisiche e organolettiche peculiari della zona.

Prodotto con le migliori cultivar del territorio siciliano, da uliveti secolari ubicati a un’altitudine di circa 600 / 700 mt. slm. Concimazione organica, il periodo di raccolta va dal dall’1 al 30 di ottobre. Al naso si riscontra un’eccezionale combinazione di pomodoro ed erbe selvatiche. Al palato dimostra note di carciofo e pomodoro. Piccante e amaro sono equilibrati.

©Agrestis

L’Olio Extravergine di Oliva DOP “Agrestis Fiore d’oro” è prodotto con cultivar Tonda Iblea 100% nel Comune di Buccheri (Sicilia- Siracusa)

L’ubicazione degli uliveti secolari (Monti Iblei – sottozona Monte Lauro) è a un’altitudine media di 600/700 mt. slm, in terreno prevalentemente calcareo molto permeabile. Concimazione organica, brucatura a mano, la raccolta avviene dal primo di Ottobre al 10 di Novembre. Metodo di estrazione a freddo.

All’olfatto sentori fruttati di pomodoro verde, mela e ampie note balsamiche di menta, basilico e sedano. Al palato un equilibrio di amaro e piccante e gusti vegetali quali lattuga, fave fresche e asparagi.

©Agrestis

L’Olio Extravergine di Oliva Biologico “Agrestis Bell’Omio” è un olio prodotto esclusivamente dalla “Tonda Iblea” di Buccheri che lo rende un prodotto unico e prestigioso. Il periodo di raccolta delle olive (da uliveti secolari posti a un’altitudine media di 600/700 mt. slm) va dal 15 Ottobre al 15 Novembre.

Fruttato medio, colore verde intenso con riflessi dorati. Al naso profuma di pomodoro verde, erba appena tagliata e note leggere di basilico, mela e carciofo. Ha un sapore intenso ma molto pulito ed equilibrato, lascia in bocca un gradevole retrogusto vegetale fresco.

©Agrestis

L’Olio Extravergine di Oliva “Agrestis Foglia d’argento” è prodotto con cultivar Tonda Iblea, Carolea, Biancolilla e Nocellara

Gli uliveti secolari sono ubicati a un’altitidine di 600 / 700 mt. slm, in terreno prevalentemente calcareo molto permeabile. Concimazione organica, il periodo di raccolta (brucatura a mano) va dal 1° Novembre al 31 Dicembre.

Fruttato medio, colore giallo velato con riflessi verdi. Si apre al naso con intensi profumi di oliva fresca e sentori di pomodoro. Paritaria combinazione di amaro e piccante in bocca, con delicati toni di camomilla, mandorla e fave fresche.

©Agrestis

DOVE:
Via Sabauda 86 A, 96010 Buccheri (SR) SEDE LEGALE
Via Pappalardo 11,
96010 Buccheri (Sr)
Sicilia | Italy
info@agrestis.eu |

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
(Speech) Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com