Storie (Di)Vino

LAVAUX: Vigneto terrazzato

Written by Veronica Lavenia

Iscritti nel 2007 dall’UNESCO nella Lista del Patrimonio Mondiale, i vigneti terrazzati di Lavaux sono un’eccellenza Svizzera.
Circa 180 famiglie di viticoltori coltivano ancora l’uva autoctona, Chasselas, mantenendo 450 chilometri di mura del patrimonio e oltre 10.000 terrazze.
L’associazione Lavaux World Heritage con le sue guide certificate offre tour personalizzati tutto l’anno e tour pubblici da maggio a ottobre.

Scopriamo di più su questa realtà dalle parole di Vicent Bailly, Direttore di https://en.lavaux-unesco.ch/

©LAVAUX terraced Vineyard

Quali sono gli obiettivi della vostra Associazione?

La missione della nostra Associazione è preservare e valorizzare l’Eccezionale Valore Universale del sito “Lavaux, vigneti terrazzati”.

In quale parte della Svizzera si trova il Lavaux e quali sono le caratteristiche climatiche che influenzano i vigneti e, quindi, i vini?

Lavaux si trova sulle sponde del Lago di Lemano, tra Vevey e Losanna, nella parte francofona della Svizzera.

Il vigneto beneficia del clima umido della zona, grazie al lago. Grazie alla topografia in pendenza, beneficia anche dei tre soli di Lavaux: il sole del cielo, il sole che riverbera nel lago e il calore accumulato nei muri dei vigneti. Con il cambiamento climatico, i problemi principali sono i rischi di siccità (come è successo quest’estate) oi rischi di condizioni meteorologiche molto rigide (piogge torrenziali). Siccità: Il vigneto di Lavaux non dispone di un sistema di irrigazione e sarebbe complicato installarne uno con le norme molto rigide sull’uso del suolo. Pioggia intensa: la pioggia rende il terreno pesante e provoca l’erosione. I muri di sostegno fanno fatica a resistergli!

©LAVAUX terraced Vineyard

Attraverso quali attività promuovete la regione, patrimonio mondiale dell’UNESCO?

Non promuoviamo la regione, in quanto questo è il ruolo degli uffici turistici. Tuttavia, promuoviamo l’eccezionale valore universale e assicuriamo che i visitatori che si trovano nella zona abbiano accesso a informazioni di qualità su “Lavaux, vigneti terrazzati”. Per farlo:

Abbiamo aperto nel 2021 un centro di interpretazione chiamato La Maison Lavaux che presenta le caratteristiche del patrimonio della regione
Abbiamo formato più di 40 Guide del patrimonio Lavaux, che accompagnano i visitatori a piedi attraverso i vigneti. Stiamo lavorando con i produttori di vino per offrire degustazioni di vino.
Sviluppiamo attività didattiche per giovani e classi (appezzamento didattico dei vigneti, escursioni fotografiche…)
Organizziamo conferenze, simposi e partecipiamo a vari eventi locali e regionali.

©LAVAUX terraced Vineyard

Può descrivere le caratteristiche del vigneto terrazzato?

  • 400 km di muri a vigneto;
  • 10’000 terrazze;
  • muri a punta di calce, costruiti con pietra locale;
  • 180 viticoltori (la maggior parte dei quali gestisce il lavoro in vigna e in cantina, famiglie di viticoltori, alcuni dei quali sono presenti fin dal 14° secolo);
  • Chasselas è il vitigno più comune. La parte più ripida del vigneto è la più nobile: Le Dézaley.

Lavaux è un luogo che ha resistito alla pressione urbana circostante grazie al coinvolgimento della popolazione e del sistema giuridico vigente. È un vigneto fragile, che deve essere costantemente rimodellato dai viticoltori a causa dei problemi di erosione e muri. Deve essere lavorato a mano.
Lavaux è un sito di monocultura che ha sempre permesso a molti viticoltori di guadagnarsi da vivere della loro attività sin dal Medioevo. Ora, questa redditività è in pericolo a causa della forte concorrenza, della diminuzione dei consumi e degli alti costi di produzione.
Borghi molto ben conservati risalenti al medioevo. I paesi sono compatti per fare spazio ai vigneti.

©LAVAUX terraced Vineyard

Qual è l’obiettivo prefissato per il prossimo futuro per diffondere le vostre eccellenze sempre più a livello internazionale?

La reputazione internazionale di Lavaux è assicurata dall’industria del turismo e dalle istituzioni federali. Nell’ambito della nostra associazione, la nostra ambizione è quella di essere un esempio di gestione dei paesaggi culturali viventi. Ad esempio, attraverso progetti come:

Collaboriamo da diversi anni con l’Università di Losanna. Quest’autunno (2022), organizziamo un simposio sui paesaggi culturali viventi, con relatori dalla Svizzera e anche dall’Europa
Gli “Angeli Lavaux”, volontari che informeranno gli escursionisti su come comportarsi in vigna. Molti altri siti elencati hanno lo stesso problema di coesione tra abitanti e visitatori. Abbiamo già avuto scambi con altre regioni su questi temi.

©LAVAUX terraced Vineyard

Perché i vini della regione sono così speciali?

Il know-how, tramandato di generazione in generazione, da diversi secoli all’interno delle famiglie di viticoltori e la topografia del vigneto, favorevole alla viticoltura. Chasselas produce vini bianchi sottili e minerali, con un grande potenziale di invecchiamento. Chasselas, in particolare, è un vitigno che illustra come questi terroir possano variare. Non avrà lo stesso sapore in tempi brevi a est di Lavaux come a Dézaley, la sua sezione centrale, o a ovest.

©LAVAUX terraced Vineyard

La grande diversità delle rocce della catena alpina rende i terreni ricchi di minerali, molto spesso argillosi-calcarei e favorevoli alla viticoltura.
La maggior parte del lavoro in vigneto viene svolto a mano a causa del terreno scosceso che impedisce l’uso di macchinari. Particolare cura è riservata a questa coltura.

About the author

Veronica Lavenia

PhD.
Writer and magazine contributor, some of her works have appeared in the most popular International magazines.
Her scientific papers have been published in some of the most renowned international literary academic journals.
Writer| Translator| Communications manager at "The Wolf Post", since the birth of the platform.

This site is protected by wp-copyrightpro.com