Recensioni & Punteggi

Antea 2019 – Baroni Capoano

Written by Piero Pardini

Credits: Baroni Capoano

Baroni Capoano è un’azienda di pregio in provincia di Crotone, ubicata a Cirò Marina, nota per la produzione del Cirò DOP.
Cirò rappresenta, per superficie e storia, la realtà vitivinicola più importante della regione Calabria. Qui, la vite si coltiva sin dai tempi delle antiche colonie greche. I vitigni principali della DOC Cirò sono il Gaglioppo e il Greco Bianco. Il territorio è quello tipico della costa ionica calabrese: strette lingue di terra pianeggiante che terminano sulle spiagge del litorale. A ridosso di queste pianure, i terreni collinari sono attraversati dalle fiumare. È proprio su queste colline che si coltivano i vigneti, allevati ancora oggi ad alberello.
Tra uliveti secolari e vigneti autoctoni per un totale di circa ventiquattro ettari, Baroni Capoano produce vini D.O.C. e oli di qualità.
La cantina occupa 1000 mq, lo stoccaggio e l’affinamento dei vini più pregiati avvengono nei sotterranei del palazzo di famiglia tra mura in pietra spesse 250cm che, a tal fine, garantiscono una temperatura costante ed ottimale.
Caratteristica tipica dei vigneti aziendali è l’anzianità dei ceppi, bassi ad “alberello” che, insieme ai terreni collinari, garantiscono una bassa resa per ettaro di produzione d’uva (circa 2 kg per vite) ma, al contempo, un’altissima qualità dei mosti prodotti, indispensabili per la produzione di vini di alto prestigio.

Proprietà: Massimiliano Capoano
Conduzione enologica: Fabio Mecca
Conduzione agronomica: Spataro Domenico
Viticultura: biologia e convenzionale
Ettari vitati: 24
Bottiglie prodotte: 200.000
Vendita diretta: sì
Visite in azienda: sì
Anno di fondazione: 2005

Vino: Antea
Composizione varietale: 80% Greco Bianco 20% Mantonico.
Titolo alcolometrico: 13% vol..
Annata: 2019.
Tecniche di produzione: raccolta manuale e selezionata delle migliori uve da tradizionali vigneti collinari con esposizione sul mare, pressatura soffice e fermentazione in contenitori d’acciaio a temperatura controllata.
Temperatura di servizio: 8° – 10° C.

Antea 2019 - Baroni Capoano

© Ph. Piero Pardini – The Wolf Post

Recensione:
Il campione è cristallino, di colore giallo paglierino, luminoso con leggeri riflessi dorati.
Intense note di fiori bianchi, che ricordano il gelsomino e i fiori di sambuco, aprono il ventaglio dei profumi. Si evidenziano sentori fruttati che variano da frutti tropicali a pasta gialla, tra i quali ananas e papaya, a suggestioni citrine, che ricordano le scorze di cedro e limone, il tutto impreziosito da stuzzicanti mineralità salmastre e da erbe mediterranee come timo limonato e rosmarino. Leggere note balsamiche sul finale.
I sentori olfattivi invitano all’assaggio e regalano sensazioni che riportano la mente a luoghi marini, il gusto è armonico anche se le parti dure prevalgono leggermente sulle morbide. Il sorso è deciso e preciso, ottima la persistenza e qualità generale. Vino che esalta i piatti di mare, come le linguine con ragù di spigola ed erbe mediterranee.

Valutazione:
4 Lupetti


Altre etichette dell’azienda in Guida (Di)Vino

Baroni Capoano
Contrada Ceramidio
88811 Cirò Marina (KR)
Phone +39 0962 35801
E-mail: info@capoano.it
Website: http://www.capoano.it

About the author

Piero Pardini

Founder and editor of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the authorized biography "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com