Guida (Di)Vino Toscana

Sesti

© Sesti - Toscana
Written by Piero Pardini

Credits: Sesti – Toscana

Questa piccola tenuta è composta di 102 ettari (254 acri) otto ettari di vigneti, oliveti poi pascoli per cavalli e boschi. I vigneti sono situati nella fascia del versante sud di Montalcino, una zona ad alta vocazione vitivinicola.
Il Castello di Argiano
Costruito nel 1200 D.C. è situato nella più interessanti posizioni vitivinicole del territorio di Montalcino, nonché in un contesto storico-paesaggistico fra i più attraenti della campagna senese. Il Castello di Argiano fa parte di una catena di castelli di avvistamento e di difesa, ciascuno in vista l’uno con l’altro, costruiti lungo il fiume Orcia.
Il nome di Argiano
Fu in origine un’antico insediamento etrusco e poi romano da cui deriva il nome, da Arajani cioè l’Altare di Giano, l’antico dio bifronte che guarda in direzioni opposte simboleggiando il passato e il futuro, il cui culto prosperò a Roma, ininterrottamente, da 400 A.C. al 400 D.C. Giano ha dato il nome al primo mese dell’anno Gennaio per rappresentare l’anno trascorso e quello nuovo in arrivo.
Il Borgo di Argiano
Oggigiorno, Argiano si presenta nel suo aspetto di borghetto medioevale con la vetusta Pieve di San Pancrazio dell’ottavo secolo consacrata sotto i monaci Cistercensi di S. Antimo, la Canonica del 1790, il castello del 1200 dominato dalla torre forte riferimento paesaggistico e due poderi Malafede e Buonafede risalenti all’incirca al 1500 con l’aia di Trebbiatura, il forno del villaggio raggruppati intorno alla piazza con il monumento ai caduti sotto pini e cipressi torreggianti.
Il titolare
Giuseppe Maria Sesti, è cresciuto e ha studiato a Venezia. Mentre studia all’Accademia di Venezia visita spesso i vignaioli di Treviso, di Valdobbiadene e del Veneto Orientale.

Nel 1975 con sua moglie e i suoi figli si trasferito a Montalcino dove acquista il borgo abbandonato di Argiano con il suo Castello, iniziando il lungo restauro degli edifici cadenti e dei campi impenetrabili e inselvatichiti. Durante questo periodo visita, frequentemente i suoi vicini vignaioli, collaborando nella vendemmia e in cantina finché nel 1990, decise di piantare i suoi propri vigneti.
Nei suoi studi sull’astronomia antica e sulla cultura classica aveva anche accumulato tutta una serie di informazioni sulla agricoltura antica e sull’arte di fare il vino in particolare. Questo, e con in mente le conoscenze dei vecchi vignaioli lo persuade ad applicare alla vinificazione moderni metodi e leggi molto antichi, usando così la parte migliore delle due culture.

Proprietà: Giuseppe Maria Sesti
Conduzione enologica: Giuseppe Maria Sesti e Elisa Sesti
Conduzione agronomica: Giuseppe Maria Sesti e Elisa Sesti
Viticoltura: convenzionale
Ettari vitati: 13
Bottiglie prodotte: 63.000
Vendita diretta: sì
Visite in azienda: sì
Anno di fondazione: 1987

Etichette recensite:
Brunello di Montalcino 2015
Rosso di Montalcino 2018

Sesti
Castello di Argiano
Località Podernovi, 170
53024 Montalcino (SI) – Italia
Phone +39 0577 843921
E-mail: elisa@sesti.net
Website: www.sestiwine.com

About the author

Piero Pardini

Founder and editor of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the authorized biography "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com