Guida (Di)Vino Sicilia

Carlo Pellegrino

Written by Piero Pardini

Credits: Carlo Pellegrino – Sicilia

“Dal 1880 coltiviamo le migliori uve siciliane, rappresentando oggi una realtà di grande tradizione ed esperienza nell’isola. In 140 anni abbiamo acquisito una profonda conoscenza del nostro territorio, dei metodi di coltivazione dei vitigni autoctoni, delle migliori tecniche di vinificazione delle uve. La famiglia Pellegrino ha sempre gestito personalmente le attività in vigna e in cantina, e ancora oggi, alla sesta generazione, è quotidianamente coinvolta nella gestione aziendale. Una lunga storia di famiglia fatta di rispetto, cura, amore e dedizione, di valori tramandati di padre in figlio, che oggi la rendono una delle più grandi famiglie del vino siciliano.
I vigneti Pellegrino sorgono nel lembo più occidentale della Sicilia, caratterizzato da una grande varietà di microclimi. L’area ha la più elevata superficie vitata d’Italia in quanto considerata quella più vocata dell’isola. Siamo nella culla dei vitigni autoctoni siciliani: grillo, inzolia, catarratto, grecanico, zibibbo, malvasia, nero d’avola, nerello mascalese e frappato, qui da sempre utilizzati per la produzione di grandi vini.
Siamo impegnati nella salvaguardia del territorio in cui operiamo, coltiviamo le uve nelle nostre tenute esclusivamente con metodo biologico, nel pieno rispetto dell’ambiente. Scelte green riguardano inoltre tutti gli ambiti di produzione. Grazie a zone di coltivazione differenziate, tre diverse cantine – Cardilla per i vini, Pantelleria per moscati e passiti, Marsala per l’omonimo vino ed i vini liquorosi – ed enologi dedicati ad ogni tipologia di vino, siamo la cantina siciliana in grado di offrire la più ampia varietà di tipologie di vini siciliani.
Sono quattro le tenute di proprietà della famiglia Pellegrino, ciascuna con una vocazione specifica. Kelbi, giardino rigoglioso, ideale per la coltivazione del catarratto. Rinazzo, aspro e desertico, dove il syrah cresce vigoroso. Salinaro, i cui vigneti di grillo sulla costa godono delle fresche brezze marine. Gazzerotta, altopiano ventoso, ideale per la coltivazione del nero d’avola e dove un antico vigneto di grillo ha messo profonde radici, esprimendo i più elevati livelli qualitativi.
Oltre ai vini da tenuta provenienti da uve coltivate nelle proprietà di famiglia, produciamo: una linea di vini monovarietali, da uve autoctone e internazionali coltivate nel nostro territorio; una linea di vini da uve autoctone biologiche; una linea di vini prodotti da uve aromatiche tipiche siciliane, caratterizzati dagli intensi profumi tipicamente mediterranei, e due cru. Nei vigneti ad alberello di Pantelleria, oggi patrimonio dell’umanità dell’Unesco, coltiviamo l’uva zibibbo, da cui nasce un grande Moscato di Pantelleria, prodotto nella nostra cantina sull’isola. Dalle stesse uve essiccate al sole d’agosto su graticci di canne, nasce il Passito di Pantelleria, di cui il Nes rappresenta la versione più nobile e pregiata. Infine ci sono i marsala, vinificati a partire dalla fondazione della cantina nel 1880 per commercializzarlo in tutto il mondo. Ancora oggi nelle cantine storiche, in oltre mille barrique e botti in rovere, affinano le diverse tipologie”.

Proprietà: Famiglia Pellegrino
Conduzione enologica: Enrico Stella, Gaspare Catalano, Nicolò Poma
Viticoltura: convenzionale e biologica certificata
Ettari vitati: 150
Bottiglie prodotte: 5.500.000
Vendita diretta: sì
Visite in azienda: sì
Anno di fondazione: 1880

Etichette recensite
Gazzerotta 2016
Il Salinaro 2019
Rinazzo 2016

Carlo Pellegrino
Lungomare Battaglia delle Egadi, 10
91025 Marsala (TP)
Phone +39 0923 719911
E-mail: info@carlopellegrino.it
Website: www.carlopellegrino.it

About the author

Piero Pardini

Founder and editor-in-chief of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.

He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the essay "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com