Recensioni & Punteggi

Tizzo 2016 – Podere Della Bruciata

© Podere Della Bruciata
Written by Piero Pardini

Credits: © Podere Della Bruciata

Il Podere della Bruciata è una piccola azienda a misura d’uomo, con i vitigni suddivisi in due zone. La parte più antica si trova a Montepulciano, a circa 550 metri di altezza, in una posizione particolare circondata dal bosco e caratterizzata dal classico impasto medio argilloso di Montepulciano. La parte di Chiusi si trova più in basso, a circa 350 metri, con un terreno composto da sabbia e limo. Il terreno cambia i vigneti, che consentono al Podere della Bruciata di variare la produzione.
L’azienda produce Vino Nobile di Montepulciano (Cesiro) che è un sangiovese in purezza, il Rosso di Montepulciano (Ermete), il Chianti Colli Senesi (Barcaiolo), il Rosato di Toscana (Usta) e un Rosso IGT Toscano (Tizzo) realizzato con vitigno di petit verdot, soltanto nelle annate migliori. A questo si aggiungono l’olio e la grappa, per completare l’offerta dell’azienda agricola.
Il Podere della Bruciata si definisce tradizionalista per i vini a denominazione pur non disdegnando un po’ di sperimentazioni negli IGT. L’impegno è sempre stato quello di produrre un vino organico che riduca al minimo l’utilizzo della chimica e delle lavorazioni meccaniche. Il procedimento si basa sulla filosofia di minimizzare gli interventi e di puntare molto sulla prevenzione, con più attenzione in vigna in modo da intervenire meno in cantina. Le lavorazioni sono quindi più semplici, il vino passa molto tempo in botte e si libera da solo degli eccessi.
La vocazione naturale dell’azienda nasce fin dai primordi: la storia del Podere della Bruciata nasce infatti con il nonno di Andrea, che produceva vino per uso personale, attraverso una piccola cantina scavata a mano.

Vino: Tizzo Bio
Composizione varietale: 100% Petit Verdot.
Titolo alcolometrico: 14% vol..
Annata: 2016.
Classificazione: Rossi di Toscana I.G.T. (Indicazione Geografica Tipica).
Sistema di allevamento in vigna: Cordone speronato.
Resa per ettaro: 50-60 q.li
Epoca di vendemmia: varia da annata ad annata
Vinificazione: cemento, assolutamente non filtrato, fermentazioni spontanee e solforosa bassissima
Affinamento: bottiglia.
Caratteristiche: un vino tutt’altro che classico. Niente chimica, solo uva. Un petit verdot vinificato solo in annate particolari, grande estratto e personalità all’interno del nostro bicchiere. I profumi variano da frutti a bacca nera fino a piacevoli note floreali di viola. Il perfetto equilibrio in bocca lo rende gradevole e incredibilmente adatto ad ogni palato. Possibilità di un medio-invecchiamento.
Particolarità: uva viene selezionata rigorosamente, mantenendo la produzione dai 50-60 quintali per ettaro. La fermentazione avviene mediante lieviti autoctoni in botti di cemento senza controllo di temperatura. Per mantenere tutte le caratteristiche organolettiche, il vino non viene filtrato. L’uso di solforosa è minimo in tutte le tipologie di vini prodotti.

© Podere Della Bruciata

Esame visivo
Limpidezza: limpido
Colore: rosso rubino
Consistenza: consistente
Osservazioni: intensa con riflessi porpora.

Esame olfattivo
Intensità: intenso
Complessità: complesso
Qualità: fine
Descrizione: floreale, fruttato, erbaceo e speziato
Osservazioni: note di rosa rossa, frutti di bosco a bacca rossa come mora e mirtillo, foglia di pomodoro, cardamomo.

Esame gusto – olfattivo
Morbidezza
Zuccheri: secco
Alcoli: caldo
Polialcoli: abbastanza morbido
Durezza
Acidi: abbastanza fresco
Tannini: tannico
Sostanze minerali: sapido
Struttura: robusto
Equilibrio: equilibrato
Intensità: intenso
Persistenza: persistente
Qualità: fine
Osservazioni:

Considerazioni finali
Stato evolutivo: pronto
Armonia: armonico
Abbinamenti: coniglio porchettato, bistecca alla fiorentina, pici al ragù di cinghiale, risotto ai quattro formaggi.

Podere della Bruciata – Cantina
Presso Hotel Villa Ambra – Località Stabbiano
53045 Montepulciano (Siena)
Phone +39 340 8506212
E-mail: poderedellabruciata@gmail.com
Website: www.poderedellabruciatawines.it

About the author

Piero Pardini

Founder and editor of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the authorized biography "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com