Recensioni & Punteggi

Verbo Aglianico del Vulture 2018 – Cantina di Venosa

Verbo Aglianico del Vulture 2018 - Cantina di Venosa
Written by Piero Pardini

Credits: © Cantina di Venosa

Venosa è una tra le più belle, antiche e interessanti località turistiche d’Italia, ricca di storia ed arte, luogo natio del poeta Orazio Flacco e del Principe Carlo Gesualdo da Venosa.
Venosa è la sede di una tra le più rinomate aziende vinicole del mezzogiorno d’Italia: Cantina di Venosa.
La cantina vanta una ricca tradizione, che l’ha portata a crescere nel corso degli anni. Sorta nel 1957 con pochi soci, oggi ne conta circa 350 (gran parte di Venosa e dei comuni vicini) che curano 800 ettari di vigneti.
Gli impianti di cui dispone la cantina sono tecnologicamente all’avanguardia, ma la tecnica, l’amore e la cura con cui viene prodotto l’Aglianico sono le stesse di sempre: attenta gestione dei soci nelle operazioni di vendemmia, selezione delle uve migliori, attenzione nelle fasi di macerazione e fermentazione, meticolosità nella fase di affinamento, in cui l’Aglianico viene trasferito in carati di rovere francesi e di Slavonia, per ottenere, così, la qualità superiore per cui eccelle.

Proprietà: Cooperativa di produttori
Conduzione enologica: Donato Gentile
Conduzione agronomica: Rocco Manieri
Viticoltura: lotta integrata
Ettari vitati: 800
Bottiglie prodotte: 1.000.000
Vendita diretta: sì
Visite in azienda: sì
Anno di fondazione: 1957

Vino: Aglianico del Vulture
Titolo alcolometrico: 14% vol.
Annata: 2018.
Denominazione: D.O.P..
Vitigno: 100% Aglianico del Vulture.
Zona di produzione: Venosa.
Età dei vigneti: 10/20 anni.
Produzione per ha: 7/9 t.
Altitudine dei vigneti: 400/550 metri s.l.m.
Epoca di vendemmia: dal 10 al 30 Ottobre.
Vinificazione: in piccoli fermentini e macerazione pellicolare a temperatura controllata da 23° a 26° C, completamento della fermentazione alcolica e malolattica in serbatoi inox.
Affinamento: in botti di rovere per circa 12 mesi.
Temperatura di servizio: 16° – 18°C.

Verbo Aglianico del Vulture 2018 - Cantina di Venosa - © Ph. Piero Pardini - The Wolf Post

© Ph. Piero Pardini – The Wolf Post

Recensione:
Il campione è limpido, di colore rosso rubino molto intenso con leggere trame granate.
Intensa apertura floreale che regala profumi di rosa rossa e carcadè. La componente fruttata è dominante con un effluvio di note di frutti a bacca scura, maturi, tra i quali il mirtillo tendente alla cremè de cassis, la ciliegia durone e la prugna rossa. Sentori che si integrano a profumi di spezie dolci di stecca di liquirizia e anice stellato, chiusura con tostature che ricordano il tabacco per pipa sfilacciato con una nuance di polvere di cacao.
L’analisi gustativa conferma il bouquet di sentori riscontrati con l’olfatto. In bocca la nota dominante è comunque una sensazione di frutto maturo, buono il bilanciamento tra le parti, come la sua struttura, persistente e gradevole nella sua armonia.

Valutazione:
4 Lupetti


Altre etichette dell’azienda in Guida (Di)Vino

Cantina di Venosa
Via Appia, 86
85029 Venosa (PZ)
Phone: +39 0972 36702
E-mail: info@cantinadivenosa.it
Website: www.cantinadivenosa.it

About the author

Piero Pardini

Founder and editor of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the authorized biography "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com