Italia Recensioni & Punteggi

Le Difese 2020 – Tenuta San Guido

Le Difese 2020 - Tenuta San Guido
Written by Piero Pardini

Credits: © Piero PardiniThe Wolf Post – TOSCANA – ITALIA

Vino: Le Difese
Composizione varietale: 55% Cabernet Sauvignon 45% Sangiovese.
Denominazione: Toscana Indicazione Geografica Tipica.
Titolo alcolometrico: 14% vol.
Annata: 2020.
Terreno: i terreni su cui insistono i vigneti hanno caratteristiche morfologiche varie e composite con forte presenza di zone calcaree, ricche di Alberese e Gabbro, nonché di sassi e pietre, e sono parzialmente argillosi.
Altitudine: 100-300 m s.l.m.
Sistema di allevamento: cordone speronato.
Densità ceppi per ettaro: da 5.500 a 6.250.
Andamento climatico e caratteristiche dell’annata: autunno e inizio inverno sono stati particolarmente umidi, con piogge insistenti e temperature miti. Dalla seconda settimana di febbraio il freddo si è fatto più intenso con temperature spesso sotto lo 0°C. La primavera è stata alquanto precoce seppur condizionata da forti venti di mare e qualche piovasco ma le temperature miti hanno innescato l’inizio del germogliamento delle varietà precoci. A fine marzo, però, una perturbazione proveniente dall’atlantico ha causato un netto abbassamento delle temperature e talune gelate notturne. Tuttavia, questo non ha creato danni eccessivi se non aver selezionato alcune gemme che erano più avanti e dato seguito alla vegetazione delle gemme ascellari, con la conseguenza di una minore produzione ma migliore qualità e concentrazione di frutto. Il proseguimento della primavera è stato ottimale con temperature nella norma e sporadiche piogge che hanno arricchito la disponibilità idrica dei suoli. Dalla metà di giugno, tranne una pioggia isolata, il clima si è stabilizzato con giornate di sole e caldo con temperature talvolta sopra la media stagionale e punte di 31-32°C. Tranne che per la prima decade di luglio, il restante periodo estivo è stato molto caldo con assenza di piogge. Fortuna ha voluto che la buona disponibilità idrica dei suoli e la ridotta produzione a pianta non abbiano innescato alcuna sofferenza delle viti. Il proseguire del periodo che ha dato poi seguito all’inizio della vendemmia, iniziata il 5 settembre con i primi Cabernet Sauvignon più giovani e per concludersi a fine mese di settembre con le uve di Sangiovese. La vendemmia è terminata con circa 7-8 giorni di anticipo dato l’avanzato stato di maturazione e sebbene di qualità eccelsa, è stata inferiore come quantità rispetto alle previsioni iniziali. In linea generale la minore produzione si è attestata su un circa il 12% per il Cabernet Sauvignon e di un -15% sul Sangiovese. Le uve giunte in cantina, però, sono state di ottima qualità, con una maturazione fenolica ben al di sopra di ogni positiva aspettativa. Un’annata che se per alcuni aspetti poteva apparire simile alla 2018, in realtà ha consentito risultati ben superiori in termini di effettiva e completa maturità fenolica. Acidità e PH in perfetto equilibrio e importante struttura antocianica (estratto medio intorno a 32 mg/l) e ottima pigmentazione delle uve e di conseguenza dei mosti. Strutta imponente ma non invadente al palato, buona acidità e densità del vino unita a tannini soffici e di buona componente aromatica, identificano molto bene questa annata di Le Difese.
Epoca vendemmiale: la vendemmia, effettuata a mano, è iniziata il 5 Settembre per il Cabernet Sauvignon e si è completata a fine mese con il Sangiovese.
Note di vinificazione: accurata selezione e cernita a mano dei grappoli. Diraspatura soffice delle uve. Fermentazione primaria in tini di acciaio inox a temperatura controllata (27-28°C). Macerazione sulle bucce per 13-15 giorni per il Cabernet S. e per circa 14-18 giorni per il Sangiovese, con successive fasi di rimontaggi e frequenti délestage per incentivare l’estrazione aromatica e ingentilire i tannini. Fermentazione malo-lattica svolta in acciaio e conclusasi verso la fine di novembre.
Affinamento: al termine della fermentazione malo-lattica il vino è stato affinato per circa 8 mesi in barrique di rovere francese e, in piccola parte americano, di secondo e terzo passaggio (barrique usate per il Guidalberto).

Note di degustazione
All’esame visivo nel bicchiere il campione risulta limpido, di colore rosso rubino vivace, consistente.
All’olfatto si presenta con un bouquet dei profumi abbastanza complesso. Si evidenziano note di fiori di campo che ricordano in particolare la viola, sentori di piccoli frutti di bosco a bacca rossa come mirtillo e ribes, nota di ciliegia marasca. Sentori di spezie scure tropicali e profumi di macchia mediterranea completano il ventaglio olfattivo.
Il sorso è armonico, con un tannino ben levigato e una buona persistenza gusto olfattiva. Un campione pronto per essere degustato e apprezzato, ma con la possibilità di un’ulteriore evoluzione. Con un affinamento ulteriore di due o tre anni, ci regalerà un’armonia perfetta.
Si consiglia in abbinamento con piatti alla brace della tradizione toscana.

Valutazione:
4

Altre etichette dell’azienda in Guida (Di)Vino

Società Agricola C.I.T.A.I. S.p.A.
Loc. Capanne, n. 27
57022 Bolgheri – Livorno
Phone +39 0565 762003
E-mail: info@sassicaia.com
Website: www.tenutasanguido.com


The Wolf Post è gratuito, sempre senza contenuti a pagamento.
È sostenuto da un’Associazione Culturale senza fini di lucro.
Eppure, un tuo contributo sarebbe, tra l’altro, anche segno di gradimento per il nostro lavoro.


About the author

Piero Pardini

Founder and editor of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.
He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the authorized biography "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com