Food&Wine Storie (Di)Vino

Il Barbiglione 2013 – Usiglian del Vescovo

© Usiglian del Vescovo
Written by Wine Tasting Team

Credits: © Usiglian del Vescovo

Il Feudo di Usiglian del Vescovo esiste da dieci secoli ed è situato nelle dolci colline della Valdera, nel comune di Palaia. Un terroir unico nel cuore della Toscana con uno straordinario microclima e terreni particolarmente vocati, antichi fondali di un oceano preistorico, ricchi di fossili marini e caratterizzati da sabbie e limo di medio impasto.
La vicinanza del mar Tirreno rende l’ambiente ottimale per la viticoltura con una regolare piovosità, la ventilazione costante ed estati calde ma mitigate dalle escursioni termiche notturne. Le viti godono qui di condizioni particolari che conferiscono ai vini unicità ed eccezionale sapidità e freschezza.
Usiglian del Vescovo deve il suo nome alla contesa che ebbe luogo nell’XI secolo, che vide come protagonisti il Vescovo di Pisa e quello di Lucca: a quest’ultimo spettò il possesso di Palaia, mentre al suo rivale fu assegnata la proprietà del feudo di Usigliano. Nel corso dei secoli la tenuta ha attraversato alterne vicende mantenendo la sua identità di piccolo borgo agricolo dove risiedevano circa 200 abitanti.
A oggi Usiglian del Vescovo si estende su circa 160 ettari dei quali 25 di vigneti su cui sorgono vigne di Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon, Syrah, Petit Verdot, Chardonnay e Viognier e 15 ettari di oliveti.
Al centro si colloca la villa di Usigliano, residenza padronale alla quale facevano riferimento anticamente l’insieme dei poderi e dei castelli disseminati nella proprietà e dai quali traggono oggi il nome i vigneti. Nel 2001 Usiglian del Vescovo è andata incontro ad un processo di rinnovamento della villa padronale e delle antiche cantine. La produzione è artigianale e interamente realizzata in azienda, valorizzando quello che spontaneamente la natura ha donato al suolo nella sua lenta evoluzione, nel rispetto dell’ambiente e della sostenibilità.
Le concimazioni sono organiche, potatura e raccolta delle uve sono svolte manualmente.
Durante la vendemmia le uve sono selezionate in piccole quantità e subito recapitate in cantina, una nuova struttura inserita armonicamente nel verde di uno degli uliveti della tenuta, articolata su più livelli. Dopo una seconda attenta selezione l’acino cade per gravità all’interno dei tini di fermentazione, dove grazie alla sinergia della cura quotidiana e della moderna tecnologia diventerà vino. La cantina d’invecchiamento, ricavata nei locali della storica Villa di Usigliano, permette l’affinamento a temperature e umidità ideali.

Vino: Il Barbiglione
Composizione varietale: Syrah con piccole aggiunte di Cabernet Sauvignon e Merlot.
Titolo alcolometrico: 13,5% vol..
Annata: 2013.
Classificazione: IGT Toscana Rosso.
Sistema di allevamento in vigna: cordone speronato impalcato a 80 cm.
Terreno: sabbioso (80-90%) con presenza di argilla (5-15%), limo (0-5%) e fossili, di colore chiaro, mediamente poco profondo e asciutto.
Densità di impianto: 5.000 piante per ettaro.
Produzione per ettaro: 50 quintali.
Vinificazione: le uve raccolte a mano sono inserite in bins da 200 kg e trasportate in cantina, dove vengono diraspate, selezionate attraverso un tappeto di cernita vibrante e infine pigiate. Segue una macerazione di 15-20 giorni, a seconda dell’annata, con frequenti rimontaggi ad una temperatura di circa 29°C. La fermentazione malolattica avviene in serbatoi di cemento. Il vino viene lasciato affinare in barriques e tonneaux di primo passaggio per 12 mesi. Segue un finale affinamento di almeno 12 mesi in bottiglia.
Bottiglie prodotte: 30.000 per vendemmia.

© Il Barbiglione - Usiglian del Vescovo

© Usiglian del Vescovo

Esame visivo
Limpidezza: limpido
Colore: rosso rubino
Consistenza: consistente
Osservazioni: vivace.

Esame olfattivo
Intensità: abbastanza intenso
Complessità: complesso
Qualità: fine
Descrizione: floreale, fruttato, speziato e tostato
Osservazioni: sentori di fiori rossi freschi, frutti come ribes nero, chiodi di garofano, caffè e cioccolato.

Esame gusto – olfattivo
Morbidezza
Zuccheri: secco
Alcoli: caldo
Polialcoli: abbastanza morbido
Durezza
Acidi: fresco
Tannini: abbastanza tannico
Sostanze minerali: sapido
Struttura: di corpo
Equilibrio: equilibrato
Intensità: intenso
Persistenza: persistente
Qualità: fine
Osservazioni:

Considerazioni finali
Stato evolutivo: maturo
Armonia: armonico
Abbinamenti: antipasto di salumi cinta, agnello arrosto, coniglio alla cacciatora, piatti speziati.


Usiglian del Vescovo
Localita’ Usigliano
56036 Palaia (PI)
Italia
Phone +39 0587 468000
E-mail: info@usigliandelvescovo.it
Website: www.usigliandelvescovo.it

About the author

Wine Tasting Team

Alessio Picciafuochi (Sommelier), Anna Maria Taccioli (Sommelier - Osteria La Limonaia), Fabiano Pugolotti (Sommelier), Luca D'Onofrio (Sommelier - Aqvolina Restaurant & Lounge Bar), Luca Giaccai (Sommelier - Agraria Giaccai) e Piero Pardini (Sommelier)