Recensioni & Punteggi

Petite Arvine 2019 – Ottin

Petit Arvine 2019 - Ottin
Written by Piero Pardini

Credits: © Ph. Andrea Passerini – Ottin

L’azienda nasce da una passione: la passione per coltivare la terra. Nel 1989 Elio Ottin era giovane e non aveva paura di sognare. Dopo la formazione presso l’Institut Agricole Regional, all’età di 23 anni acquista i primi appezzamenti di terra nell’area tra i comuni di Quart e Saint-Cristophe. Era un terreno vergine, difficile da lavorare, con forti pendenze e uno scheletro molto grande. Un terreno che, qualche anno dopo, diverrà terroir e segnerà con un impronta inconfondibile tutti vini dell’azienda, conferendo mineralità e verticalità: vero e proprio patrimonio dei vini dalle montagne valdostane.

Nel 1999, Elio prende quella che si rivelerà la scelta più importante e giusta della sua vita: lascia definitivamente il posto fisso negli uffici regionali per dedicarsi interamente alla sua attività. Fame di migliorare, passione ed entusiasmo portarono in breve l’azienda a espandersi. Nel 2000, parte il progetto per la costruzione del nuovo complesso che comprenderà una stalla, una cella frigo per le mele, un magazzino e la casa. Ci sono sogni che sono talmente grandi e importanti che li si custodisce gelosamente dentro sé fino al giorno in cui si riesce a realizzarli. Così è stato per Elio e per il suo sogno, quello di incidere il proprio nome su di una bottiglia e versarci dentro la propria essenza: la creazione del proprio vino. Il 2007, diventa così l’anno zero, con una produzione di 30 mila bottiglia e 3 vini: la Petite Arvine, il Pinot Noir e il Torrette Superieur. Il sogno è realizzato. Negli anni successivi la gamma dei vini viene rinforzata con l’arrivo del Fumin, vitigno autoctono vinificato in purezza, e nel 2011 dal Nuances, selezione di Petite Arvine vinificata in legno.

Nel 2009, si inaugura la nuova cantina (originariamente il locale di vinificazione era diviso con altri due produttori locali all’interno di un’altra azienda agricola), situata esattamente sotto casa. Uno spazio ancora piccolo ma ben organizzato, che negli anni subirà varie modifiche e ampliamenti. La strada per la qualità è un percorso infinito verso l’alto, ma a percorrerlo Elio non è più solo: al suo fianco c’è ora il figlio, Nicolas, e questo è ciò che lui stesso definisce il suo successo più grande. L’Emerico diventa nel 2018 la punta di diamante della produzione e il 2019, con l’impianto di 2 ha di vigneti e la realizzazione della nuova barricaia, segna un nuovo anno zero, una seconda partenza, che vedrà nei prossimi anni arricchire la produzione delle nuove espressioni di quella che è la visione che Elio e Nicolas hanno del terroir.

Proprietà: Elio Ottin
Conduzione enologica: Elio Ottin
Conduzione agronomica: Elio Ottin
Viticultura: convenzionale
Ettari vitati: 8
Bottiglie prodotte: 50.000
Vendita diretta: sì
Visite in azienda: sì
Anno di fondazione: 2007

Vino: Petite Arvine
Composizione varietale: 100% Petite Arvine.
Titolo alcolometrico: 14,5% vol.
Annata: 2019.
Classificazione: DOP.
Altitudine del terreno: 650/700 m s.l.m..
Tipologia di terreno: sabbioso.
Esposizione: Sud.
Sistema di allevamento: guyot.
Densità d’impianto: 8.000 piante per ettaro.
Resa per ettaro: 70/80 quintali di uva.
Vendemmia: manuale con selezione dei grappoli.
Epoca di vendemmia: inizio ottobre.
Permanenza sui lieviti: 7 mesi.
Affinamento in bottiglia: 4 mesi.
Prima annata prodotta: 2007.

Petit Arvine 2019 - Ottin - © Ph. Piero Pardini Sommelier

© Ph. Piero Pardini Sommelier

Esame visivo
Limpidezza: cristallino
Colore: giallo paglierino
Consistenza: consistente
Osservazioni: vivace con riflessi verdolini.

Esame olfattivo
Intensità: intenso
Complessità: abbastanza complesso
Qualità: fine
Descrizione: floreale, fruttato e minerale
Osservazioni: il campione si apre con sentori di fiori freschi di magnolia e mimosa, effluvio fruttato di albicocca, melone e ananas, note minerali di pietra focaia e ardesia. Nuance agrumata.

Esame gusto – olfattivo
Zuccheri: secco
Alcoli: caldo
Polialcoli: abbastanza morbido
Acidi: fresco
Tannini: – – –
Sostanze minerali: sapido
Struttura: di corpo
Equilibrio: equilibrato
Intensità: intenso
Persistenza: abbastanza persistente
Qualità: fine
Osservazioni:

Considerazioni finali
Stato evolutivo: maturo
Armonia: abbastanza armonico
Osservazioni:

Abbinamenti: maltagliati al ragù di pesce spada.


Altre etichette dell’azienda in Guida (Di)Vino

Ottin
Frazione Porossan Neyves, 209
11100 Aosta (AO)
Phone +39 347 4071331
E-mail: info@ottinvini.it
Website: www.ottinvini.it

About the author

Piero Pardini

Founder and editor-in-chief of "The Wolf Post".
Freelance Journalist.
Wine critic and Sommelier.

He has also written about sports and technology for some specialized magazines.
Co-author of the essay "Gianni Clerici - The writer, the poet the journalist", Le Lettere, Firenze.

This site is protected by wp-copyrightpro.com