(Di)Vino Amore

Chianti Classico Contessa di Radda 2016 – Geografico

Contessa di Radda 2016 - Geografico
Written by Wine Tasting Team

Credits: © Geografico

Il Chianti Classico Contessa di Radda, nasce nel 1978 e prende il suo nome dalla contessa Willa di Toscana, madre del celebre Marchese Ugo di Toscana, citato dallo stesso Dante Alighieri nella Divina Commedia come il “Gran Barone”. Lei che, nel 978, fu fondatrice del più antico monastero benedettino di Firenze, l’Abbazia di Santa Maria, meglio conosciuta come Badia Fiorentina.
Il villaggio di Radda in Chianti, che divenne poco dopo capoluogo storico della Lega del Chianti, fu citato per la prima volta in un documento risalente al 1002. Attraverso questo diploma, infatti, l’Imperatore, del Sacro Romano Impero, Ottone III confermava la donazione effettuata proprio dalla contessa Willa di alcuni dei territori del Chianti, tra cui Radda, in favore della Badia Fiorentina. A seguito di questo primo attestato, la località di Radda apparirà in numerosi altri documenti dell’Abbazia di Santa Maria di Firenze, fino al XII secolo. Questo a dimostrazione del grande valore strategico rappresentato dalla zona.
Proprio per questo motivo, gli Agricoltori del Chianti Geografico hanno deciso di scegliere lei come volto-icona di una delle etichette più emblematiche del Chianti Classico.

Vino: Chianti Classico Contessa di Radda
Comune di produzione: Radda in Chianti
Composizione varietale: Sangiovese e Merlot.
Titolo alcolometrico: 13,5% vol.
Annata: 2016.
Classificazione: Chianti Classico D.O.C.G.
Terreno: eocene, calcareo misto e marna
Invecchiamento: 12 mesi in botti da 100 e 55hl.

Chianti Classico Contessa di Radda 2016 - Geografico - © Ph. Piero Pardini - The Wolf Post

© Ph. Piero Pardini – The Wolf Post

Esame visivo
Limpidezza: limpido
Colore: rosso rubino
Consistenza: consistente
Osservazioni: poco intenso con riflessi granati.

Esame olfattivo
Intensità: intenso
Complessità: complesso
Qualità: fine
Descrizione: floreale, fruttato, speziato e tostato
Osservazioni: eleganti note floreali che ricordano la rosa e il garofano, seguono profumi di frutti maturi a bacca rossa come la ciliegia durone, l’amarena e il lampone, note di spezie macinate come il pepe nero e il pimento, finali tostati che richiamano alla torrefazione e alla polvere di cacao.

Esame gusto – olfattivo
Zuccheri: secco
Alcoli: alcolico
Polialcoli: abbastanza morbido
Acidi: abbastanza fresco
Tannini: tannico
Sostanze minerali: abbastanza sapido
Struttura: robusto
Equilibrio: abbastanza equilibrato
Intensità: intenso
Persistenza: abbastanza persistente
Qualità: fine
Osservazioni:

Considerazioni finali
Stato evolutivo: pronto
Armonia: armonico
Osservazioni: vino dai piacevoli profumi con una forte componente alcolica e un tannino marcato, che anticipa un’interessante evoluzione.

Abbinamenti: bistecca di Angus con sale Maldon in fiocchi.


Etichette recensite:
Chianti Classico Contessa di Radda 2016
Chianti Classico Riserva Contessa di Radda 2015
Contessa di Radda 2016

Agricoltori del Chianti Geografico
Tenute Piccini
Via Mulinaccio, 10 – Gaiole in Chianti (SI)
Phone +39 0577 749413
E-mail: shop.gaiole@chiantigeografico.it
Website: www.chiantigeografico.it

About the author

Wine Tasting Team

Alessio Picciafuochi (Sommelier), Anna Maria Taccioli (Sommelier - Osteria La Limonaia), Fabiano Pugolotti (Sommelier), Luca D'Onofrio (Sommelier - Aqvolina Restaurant & Lounge Bar), Luca Giaccai (Sommelier - Agraria Giaccai), Luciano Vignali (Sommelier - Enoteca Da David) e Piero Pardini (Sommelier - Direttore Responsabile)